Nina Moric è la madrina di CasaPound, inaugurata nuova sede
Nina Moric è la madrina di CasaPound, inaugurata nuova sede
Cronaca

Nina Moric è la madrina di CasaPound, inaugurata nuova sede

nina moric

Nina Moric è la madrina di CasaPound. E' risaputo che ormai, dal marzo del 2017, la modella ha cominciato a dedicarsi alla politica.

Nina Moric è ufficialmente la madrina di CasaPound. E’ risaputo che ormai, dal marzo del 2017, la modella croata ha cominciato a dedicarsi alla politica. La croata ha da subito simpatizzato per il partito di estrema destra con il quale, svolge attivamente, e spesso, numerose campagne. Una delle più chiaccherate dei social ha partecipato ad un evento particolarmente importante che si è svolto a Frosinone, esattamente in via Angeloni. Si tratta dell’inaugurazione di una nuova sede del partito di estrema destra CasaPound al quale, non poteva di certo mancare.

Nina Moric la madrina

La madrina dell’evento non poteva che essere Nina Moric, la modella croata che da qualche tempo, ha deciso di dedicarsi attivamente alla politica. Durante l’evento di inaugurazione la croata è intervenuta più volte al fianco del candidato presidente Mauro Antonini. Antonini si è candidato presidente per quanto riguarda le prossime elezioni regionali del Lazio. Insieme ai due era anche presente il coordinatore provinciale dello stesso movimento Fernando Incitti.

Il candidato Antonini ha voluto precisare, facendo riferimento ai problemi che hanno i giovani d’oggi a trovare lavoro, che gli stessi non dovranno abbandonare la Ciociaria.

La terra laziale, quindi, non deve essere abbandonata dai suoi stessi cittadini a causa del mancato lavoro. Questo è il messaggio che Antonini ha voluto trasmettere durante la speciale occasione. Le intenzioni di CasaPound sono quelle di consentire ai giovani di trovare un lavoro dignitoso che non li permetta di abbandonare la propria terra natìa. Le speranza a questo proposito sono molte dato che la situazione lavorativa per i giovani è davvero critica.

I progetti di CasaPound

Oltre ai problemi che riguardano il lavoro dei giovani CasaPound ha intenzione di risolvere il quesito circa il sistema dei trasporti. Il servizio trasporti di Frosinone infatti è considerato dagli stessi cittadini inadeguato e inefficiente. Anche Antonini ha qualche aggettivo da dedicare alla rete dei trasporti. Lo stesso la giudica pietosa ed inammissibile. La questione diventa ancora più ridicola e problematica se pensiamo al fatto che Frosinone è una delle province più grandi d’Italia, così conclude Antonini.

Dal momento in cui entrerà nel consiglio regionale, dichiara, le sue priorità saranno occuparsi di questi due problemi che gravano sulla vita e il futuro dei cittadini laziali. Oltre ai problemi che, indubbiamente, si riversano sui cittadini, Antonini ci tiene a precisare che Frosinone, oltre ad essere una delle province più grandi d’Italia, possiede dei borghi medievali tra i più belli del Paese. La felicità che pervade il candidato, nel trovarsi a Frosinone, è immensa. Da Antonini questa terra è considerata splendida e dalle mille risorse esattamente come la Ciociaria.

Le dichiarazioni della Moric e di Incitti

La madrina di CasaPound, Nina Moric, durante il suo intervento ha dichiarato la sua volontà di acquistare una casa proprio a Frosinone. Oltre a questo ha voluto anche sottolineare il fatto che CasaPound, secondo lei, è l’unica possibilità per la terra laziale di rinascere. Lo stesso vale anche per il resto dell’Italia. Per la modella croata il partito di estrema destra di cui fa fedelmente parte è la più grande speranza che l’Italia ha in questo momento per resuscitare.

Ferdinando Incitti, il coordinatore provinciale del movimento, ha espresso anch’egli la sua opinione e considerazione. Durante l’inaugurazione della nuova sede tante sono state le persone presenti. Questo, oltremodo, significa tanto per Incitti e per tutti gli altri. Tutto questo sta a significare che il lavoro svolto ha avuto successo e allo stesso tempo è stato largamente ripagato. Grazie alla nuova sede, dichiara Incitti, sarà possibile potenziare i servizi del territorio con lo scopo di sostenere e difendere le famiglie italiane. Ma non è finita, lo stesso Incitti ha concluso dicendo che CasaPound ormai è considerata universalmente come una forza elettorale a tutti gli effetti. Il futuro dell’Italia è sicuro che sarà nelle loro mani.

Nina Moric e la politica

La 41enne modella croata ormai è considerata un’incona della politica a tutti gli effetti. La sua vita privata e mondana oramai non è più di interesse tanto quanto la sua nuova carriera politica. La sua candidatura al movimento padroneggiato da Simone Di Stefano e Gianluca Iannone è ormai sulla bocca di tutti da marzo del 2017. Sicuramente, la sua candidatura, ha fatto sì che CasaPound ricevesse non poca pubblicità e popolarità. La Moric ha più volte voluto sottilineare che CasaPound ama l’Italia come lei stessa la ama. Tutte le idee espresse dagli stessi esponenti rispecchiano esattamente le sue. Ma vediamo brevemente cos’è esattamente CasaPound.

Il partito CasaPound

CasaPound è un partito che viene comunemente considerato di estrema destra. Lo stesso ha matrici che provengono dal fascismo e dal movimento populista. Fu fondato nel 2008 sotto le vesti di un’associazione di promozione sociale. Oggi è a tutti gli effetti un vero e proprio movimento politico.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche