×

No vax imbratta la città e scrive: “Il vaccino sterminerà tutti”

No vax imbratta la città con un messaggio inquietante: "Il vaccino vi sterminerà tutti". Scatta la denuncia.

Carabinieri

No vax imbratta la città con una bomboletta spray e lascia un messaggio che desta inquietudine e spavento a leggerlo: “Il vaccino vi sterminerà tutti”. L’uomo è stato denunciato. È accaduto a Francavilla al Mare, in provincia di Chieti. La sua missione era quella di informare i suoi concittadini dei pericoli, a suo dire, da parte del vaccino anti Covid.

Una maniera bizzarra di far passare la sua linea di pensiero, in quanto utilizzava le strade e le mura della città.

No vax imbratta la città: il “monito” a non vaccinarsi

Come informa il Mattino, il no vax ha vandalizzato cone le sue “decorazioni” anche la ferrovia e, addirittura, il manto stradale in via Maiella. “Non vaccinatevi” uno dei messaggi che il responsabile della vicenda era solito scrivere per tentare di far desistere il prossimo dalle vaccinazioni.

Come se questo non bastasse, il no vax faceva addirittura riferimento a presunte sette sataniche. I messaggi sono comparsi in tutta la città costiera. 

No vax imbratta la città: denunciato dai carabinieri

Il no vax responsabile delle scritte sui muri e per le strade è un uomo di 55 anni residente a Francavilla. Il soggetto è stato individuato e denunciato dai carabinieri. Un’impresa non facile: non appena le scritte venivano cancellate, subito riapparivano poco tempo dopo.

I militari della stazione di Francavilla, coordinati dal comandante Davide Di Sciullo, avevano in mente di cogliere di sorpresa il colpevole, dando inizio a numerosi appostamenti di sera e di notte. Alla fine gli sforzi dei carabinieri sono stati ripagati. 

No vax imbratta la città: bloccato dai carabinieri 

La determinazione da parte dei militari è stata infine ripagata. Di recente, i carabinieri hanno visto l’uomo aggirarsi in maniera furtiva presso il muro accanto ai binari ferroviari: ha tirato fuori una bomboletta spray, l’ha aperta togliendo il tappo e ha iniziato a scrivere le seguenti parole: “Il vaccino vi…”. Appena i carabinieri hanno letto tale scritta sono usciti fuori dall’auto e hanno bloccato l’imbrattatore. Il 55enne è stato denunciato alla Procura di Chieti. I reati a lui contestati sono deturpamento e imbrattamento di cose altrui continuato. Per lui potrebbero aprirsi le porte del carcere: rischia da uno a sei mesi di reclusione. Probabilmente nessuno se l’aspettava proprio dal 55enne, risultato incensurato e conosciuto come un uomo onesto e rispettabile. 

Contents.media
Ultima ora