Non volevano pagare il biglietto: capotreno aggredito con un machete
Non volevano pagare il biglietto: capotreno aggredito con un machete
News

Non volevano pagare il biglietto: capotreno aggredito con un machete

Il fatto è avvenuto sul passante ferroviario che porta a Expo, alla fermata di Villapizzone nella periferia di Milano.

Tre ragazzi sudamericani, probabilmente membri di qualche gang, si sono rifiutati di mostrare il biglietto al Capotreno e lo hanno aggredito in modo violentissimo con un machete. Nell’aggressione è rimasto ferito anche un ferroviere, intervenuto tempestivamente per soccorrere il collega. I due non sono in pericolo di vita, ma i danni inferti dai colpi sono stati comunque gravissimi: il ferroviere ha riportato un trauma cranico mentre il capotreno, nell’aggressione, ha perso un braccio.

Portato d’urgenza all’ospedale Fatebenefratelli, il capotreno ha subito un intervento chirurgico di ben otto ore durante il quale i medici sono riusciti a riattaccare l’arto.

Gli aggressori sono scappati subito dopo l’accaduto ma due di loro, che presentavano macchie di sangue sui vestiti, sono già stati individuati, fermati dalla polizia e condotti in centrale per essere interrogati.

Le immagini delle telecamere della stazione che hanno ripreso i fatti chiariranno la dinamica dell’accaduto.

I ferrovieri intanto si stanno mobilitando per protestare contro l’aggressione: nei prossimi giorni è in programma una manifestazione per chiedere una maggiore presenza di forze dell’ordine nelle stazioni a tutela dei viaggiatori e del personale delle ferrovie.

Leggi anche