Norovirus, come evitare il contagio
Norovirus, come evitare il contagio
Salute

Norovirus, come evitare il contagio

Norovirus

Il norovirus è uno dei virus più diffusi nel periodo invernale. Ecco sintomi e cure.

L’inverno, si sa, è la stagione dell’influenza e del contagio dei vari virus affini. Ogni anno il ceppo cambia, portando con sé un malessere diverso. Per evitare i tipici sintomi influenzali occorre prendere qualche precauzione. Cercate di evitare il contatto diretto con gente palesemente influenzata, lavatevi spesso le mani, controllate per bene la provenienza e la corretta conservazione dei cibi, usate fazzoletti di carta ed evitate di passare troppo tempo in ambienti chiusi poco areati, specialmente se molto affollati. Tra i virus più comuni del periodo invernale, c’è anche quello che viene definito “Norovirus“. Ma cos’è, e come si manifesta? Proviamo a indagare i sintomi più comuni.

Il Norovirus

Tra i vari virus stagionali, ce n’è uno che è considerato tipicamente invernale. Il norovirus, conosciuto anche come “vomito invernale”, prende il nome dalla città omonima in Ohio dove è stato diagnosticato per la prima volta. È considerato il principale virus causante infezioni gastroenteriche virali (vomito, diarrea e febbre) in grado di sviluppare epidemie.

Spesso è l’ingestione di alimenti contaminati che causa la trasmissione del virus, il quale può dare malessere per qualche giorno. I sintomi persistenti dovuti al virus sono molteplici. Si va dalla disidratazione con relativa perdita di peso a diarrea e vomito, fino all’insufficienza renale. In casi di estrema vulnerabilità può anche causare morte.

I pericoli legati al virus

La pericolosità del virus dipendono soprattutto dalle condizioni del soggetto attaccato. Il norovirus, infatti, può causare infezioni anche gravi quando colpisce persone di una certa età o molto giovani, quindi bambini e anziani, e non esiste ancora un modo per far sviluppare nell’uomo un’immunità duratura. Nella maggior parte dei casi, comunque, questo virus dura non oltre 60 ore e si manifesta soprattutto nel periodo invernale. Ovviamente, non sono esclusi a priori casi di infezione in altri periodi dell’anno. Sebbene l’inverno sia il periodo in cui è più facile entrare in contatto con il virus, non esistono stagioni completamente al sicuro dal norovirus.

Come difendersi

Ma chi è maggiormente a rischio di contrarre il norovirus? Essendo un virus particolarmente persistente nell’ambiente e legato a infezioni gastrointestinali, chi mangia spesso fuori, chi viaggia in continuazione e chi lavora a contatto diretto con i soggetti più esposti è più a rischio.

In più, bambini in età scolare e anziani, per la loro minore forza fisica, sono più soggetti a contrarre il virus. Non esiste un vaccino, né una cura specifica per il normale decorso del malessere. La raccomandazione dei medici è quella di mantenersi bene idratati, reintegrando continuamente i liquidi persi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche