×

Notre Dame de Paris, il musical compie 20 anni: Riccardo Cocciante svela il segreto del successo

"Raccontiamo la diversità offrendo messaggi sempre attuali. Notre Dame de Paris parla dell’anima umana e non è mai fuori tempo", sottolinea Cocciante.

Notre Dame de Paris

Quanto è cambiato il mondo in 20 anni. Il 2002 è stato l’anno della tragedia di Cogne, dell’eruzione dell’Etna e del terremoto in Molise. È stato l’anno della santificazione di Padre Pio, della condanna di Andreotti in appello e del rientro-blitz dei Savoia nel nostro Paese.

L’anno in cui l’Italia ha definitivamente detto addio alla lira. Poi, nel 2003, dilaga il terrore della Sars (17 anni prima del Covid), nel 2008 Obama diventa presidente degli Usa. Un anno dopo l’Aquila viene devastata dal terremoto e tutto il Paese si paralizza. Nel 2011 muoiono Steve Jobs e Osama Bin Laden, due uomini che hanno stravolto il mondo, chi in meglio e chi in peggio. Nel 2012 due tragedie sconvolgono l’Italia: prima il naufragio della Costa Concordia, poi il terremoto in Emilia Romagna.

Nel 2013 Bergoglio succede a Ratzinger. Solo due anni dopo la Francia è devastata da inimmaginabili attacchi terroristici, accompagnati dal terrore dilagante in tutta Europa. È nel 2019 che la cattedrale di Notre Dame prende fuoco. Era un pomeriggio di aprile quando il mondo si è fermato immobile davanti a un disastro senza precedenti. Ancora troppo fresco, troppo doloroso, così vivo e così attuale per riuscire a parlarne: nel 2020, con la diffusione del Covid-19 in Cina, poi in Italia e nel resto del mondo, la vita di ciascuno è stata radicalmente stravolta.

Il mondo ha cambiato volto e tutti questi cambiamenti sono in qualche modo racchiusi in uno spettacolo eterno, che anno dopo anno riscuote consensi. “Notre Dame de Paris” è un musical nato in Francia e trasferito anche in Italia, che piace per la sua umanità, il talento, l’energia e l’attualità di cui si caratterizza. Così, anche dopo 20 anni, continua il successo inarrestabile del musical più amato. A raccontare con entusiasmo il segreto che rende eterno “Notre Dame de Paris” è l’intero cast del musical, accompagnato da Riccardo Cocciante, autore delle musiche.

Notre Dame de Paris, il ventesimo anniversario del musical

“Notre Dame de Paris” debuttava nella sua versione originale francese il 16 settembre 1998, al Palais des Congrès di Parigi, dove fu subito trionfo. Quattro anni dopo, David Zard produceva la versione italiana con l’adattamento di Pasquale Panella. Il 14 marzo 2002, al Gran Teatro di Roma, costruito per l’occasione, si teneva la “prima” di quello che sarebbe stato l’opera dei record. Un successo travolgente ed emozionante che ha raggiunto non solo il pubblico di Francia e Italia, ma quello di Inghilterra, Svizzera, Russia, Canada, fino a Cina, Giappone, Corea del Sud, Libano, Turchia e decine di altri Paesi.

In occasione del ventesimo anniversario, l’opera moderna più amata al mondo riprende il tour con il cast originale (solo ed esclusivamente per il 2022). Tra i protagonisti Giò Di Tonno, che veste i panni di Quasimodo, e Lola Ponce, nei panni di Esmeralda. Con loro anche Vittorio Matteucci (Frollo), Leonardo Di Minno (Clopin), Matteo Setti (Gringoire), Graziano Galatone (Febo), Tania Tuccinardi (Fiordaliso). Per l’occasione, special guest d’eccezione di alcune delle date saranno Claudia D’Ottavi e Marco Guerzoni, rispettivamente nelle vesti di Fiordaliso e Clopin, di cui sono stati i primi interpreti nel 2002.

Notre Dame de Paris

La tournée riparte in sicurezza in tutta Italia con un grande debutto al Teatro degli Arcimboldi, a Milano, il 3 marzo 2022, e proseguirà fino a dicembre lungo tutto lo stivale.

Notre Dame de Paris

I primi vent’anni di Notre Dame de Paris: le parole di Riccardo Cocciante

Il musical, tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo, racchiude un’alchimia unica e irripetibile. La poeticità inconfondibile di Riccardo Cocciante rende le musiche uniche, profonde, delicate ed eterne, così autentiche e commoventi. Le sue melodie regalano allo spettacolo un carattere mai fuori tempo. Una squadra di artisti di primo livello ha reso quest’opera un assoluto capolavoro, che non smette di emozionare (anche dopo 20 anni di repliche in tutto il mondo).

Notre Dame de Paris

“Sono trascorsi vent’anni, ma la forza, la maestosità e la grandezza di quest’opera popolare sono quelle del primo giorno”, ha sottolineato Riccardo Cocciante. “Notre Dame de Paris parla dell’anima umana, che è eterna e soffre, ieri come oggi, per amore e per le ingiustizie. Racconta dell’incapacità di accettare l’altro, il diverso da noi. La forza di Notre Dame de Paris proviene anche dal pubblico che continua ad appassionarsi alla storia di Esmeralda e Quasimodo, due diversi che lottano per essere amati e amare”, ha dichiarato l’autore.

Viene spontaneo chiedersi qual è il segreto del successo. Il punto di forza che porta a rivedere sempre lo stesso spettacolo, risentire le stesse melodie, trovare ogni volta diverso e incantevole un musical così intenso e variegato. A fare chiarezza è lo stesso Cocciante, che commenta: Iniziare è stato difficile, ma è un bene per me che l’arista soffra la sua differenza. Deve cercare di conquistare malgrado tutto. Io stesso, agli inizi della mia carriera, ho ricevuto diversi rifiuti perché dicevano che ero sempre arrabbiato e gridavo troppo. Fisicamente, inoltre, non ero giusto. Serviva la prestanza e io non rispecchiavo i canoni. Scandalizzava persino il modo in cui suonavo, semplicemente perché chiudevo gli occhi. Le musiche e le canzoni di Notre Dame de Paris si rivolgono a tutti. Amo parlare a tutte le età e a qualsiasi classe sociale. La cultura deve appartenere a tutti e non solo ai dotti. Musiche e testi sono apparentemente semplici, ma possono essere capiti da chiunque. Lo spettacolo racchiude messaggi sempre al passo con i tempi e sa far commuovere. La gente continua a godere di uno spettacolo che parla di noi. Racconta di uomini e donne, con pregi e meschinità. Racconta di odio, comprensione e soprattutto di amore. I suoi segreti sono rappresentati dall’umanità e dall’attualità dei suoi personaggi”.

Notre Dame de Paris

Fondamentale è il tema della diversità, che per Cocciante “è un problema che esiste da sempre ed è ben rappresentato nel musical. Cerchiamo di unirci ed essere gentili”, è il suo invito. Non sono mancati neppure i complimenti ai protagonisti: “Hanno un grandissimo talento. Ogni volta danno il massimo. Chi canta bene sa cantare senza troppi arrangiamenti, è sufficiente piano e voce”.

Contents.media
Ultima ora