×

Nozze: il bimbo si commuove alla cerimonia e abbraccia la madre adottiva

È successo a New York: durante lo scambio delle promesse di nozze, il piccolo di quattro anni è scoppiato in lacrime e ha abbracciato la mamma adottiva

nozze

Sicuramente è una cosa più che normale quella di commuoversi alle cerimonie di nozze. Ma quando a farlo è un bimbo di quattro anni, l’emozione è ancora più grande. La celebrazione si è tenuta a Ripley, nello stato di New York. Il sergente della marina Joshua Neville e l’aviere capo Emily Leehan sono giunti al momento di scambio delle promesse. È stato qui che il piccolo Gabe li ha interrotti, scoppiando a piangere nel momento in cui ha sentito sentire le parole che la sua nuova mamma adottiva aveva scritto per lui.

“Non ti ho dato il dono della vita. Ma la vita mi ha sicuramente dato te come dono” ha detto la donna. Che è stata immediatamente abbracciata dal bimbo, in segno di vera gratitudine.

Durante la lettura della lettera, si è potuta sentire la commozione della stessa Emily. Mentre papà Joshua ha sorriso e ha tranquillizzato il figlioletto. Il video di questo particolare momento ha fatto il giro dei social, diventando virale in tempi record.

Nozze e commozione: tutto il mondo è paese

Le nozze sono la cerimonia o il rito di passaggio, con cui un matrimonio è attuato e annunciato alla comunità. Gli stati che hanno stipulato accordi con autorità religiose, tra cui l’Italia, gli Stati Uniti, il Regno Unito, l’Irlanda e la Spagna, consentono la trascrizione agli effetti civili del matrimonio celebrato con rito religioso. In questo caso l’officiante della cerimonia religiosa svolge anche la funzione di ufficiale dello stato civile. Negli altri casi il rito religioso non ha effetti civili.

Le due cerimonie sono pertanto distinte: in alcuni paesi, pur rimanendo distinti gli effetti che producono, esse possono essere celebrate in modo congiunto.

Le norme che regolano la sede e i periodi dell’anno in cui tenere le nozze con rito civile sono diverse. Alcuni ordinamenti richiedono che almeno una delle parti sia residente nella giurisdizione amministrativa dell’Ufficio del registro. Alcuni stati, come l’Australia e alcuni Stati degli Stati Uniti d’America, permettono la cerimonia di nozze in sedi private. Molti personaggi pubblici, come Michael Jackson ed Elton John, hanno scelto di sposarsi in Australia proprio per avere una cerimonia privata. Altri stati, compresa l’Inghilterra, richiedono che la cerimonia civile venga condotta in luoghi determinati dalla legge, ovvero chiesa o ufficio del registro, e che sia aperta al pubblico.

Sono poi previste speciali licenze di emergenza quando una delle parti risulta essere un malato terminale.

Tra le usanze di nozze in Occidente ci sono il lancio del bouquet di fiori e quello della giarrettiera, meno diffuso in Italia. La tradizione vuole che gli sposi lancino a turno i due oggetti verso gli invitati non sposati. Quindi i prossimi a sposarsi sono le donne nubili che afferrano al volo il bouquet oppure gli uomini che prendono la giarrettiera.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche