×

Nuoto: Europei, parata di stelle al Foro Italico

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 10 ago. – (Adnkronos) – La storica sala rossa della piscina dei Mosaici, trasformata dal nuovo arredamento moderno, che si integra con le pareti in marmo, ospita la press conference della XXXVI edizione dei campionati europei delle discipline acquatiche.

Ventiquattro ore dopo la presentazione degli azzurri da parte del presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli e il taglio del nastro allo Stadio del Nuoto che Barelli ha condiviso con la madrina di Roma 2022 Federica Pellegrini, il presidente del comitato organizzatore di Roma 2022 e vicepresidente della Federazione Italiana Nuoto Andrea Pieri presenta l’evento.

“Siamo giunti alla 36esima edizione degli Europei che tornano in Italia dopo 39 anni e dove per la prima volta sono previsti i tuffi dalle grandi altezze. 1500 tra atleti e tecnici provenienti da 49 nazioni: sarà un grandissimo spettacolo che avrà in Federica Pellegrini la madrina, in Massimiliano Rosolino, Tania Cagnotto e Filippo Magnini gli ambassador. Le gare si effettueranno tutte in scenari suggestivi e di grande effetto per chi partecipa, per il pubblico che gremirà le tribune e per le 14 televisioni che trasmetteranno gli Europei.

Siamo onorati di ospitare un evento del genere".

"Grazie al presidente della Fin Paolo Barelli – prosegue Pieri – che ha fortemente voluto questo evento; ringraziamenti inoltre al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Valentina Vezzali, al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, al sindaco di Roma Capitale Roberto Gualtieri e al presidente di Sport e Salute Vito Consoli. Un plauso infine ai volontari e ai collaboratori del comitato Roma 2022 per il grande lavoro svolto”.

Gli azzurri sono rappresentati dalla campionessa europea e vice campionessa mondiale nel trampolino tre metri sincro mixed Chiara Pellacani e dal campione del mondo con la 4×100 mista e bronzo olimpico nei 200 farfalla e con la 4×100 mista Federico Burdisso. "Per me è speciale vivere un evento nella mia città – commenta Pellacani – e verranno a vedermi amici e famigliari. Sono emozionata ovviamente, ma anche carica: sto bene e mi sono allenata al meglio.

So che ci sono tante aspettative, soprattutto dopo gli Europei di Budapest dello scorso anno, spero di non deluderle".

“La stagione è stata lunghissima – dice Burdisso – e piena di impegni ma non è ancora finita. Ci apprestiamo a vivere un grande appuntamento in casa e le motivazioni non possono che essere al massimo. I risultati del mio amico Thomas Ceccon ai Mondiali, inoltre, mi hanno trasmesso ulteriore carica. Dopo gli Europei concluderò l’università negli Stati Uniti, mi sto laureando in statistica, e poi tornerò ad allenarmi in Italia per iniziare il percorso verso Parigi 2024”.

Gli altri atleti in prima fila sono la svedese campionessa olimpica, sedici volte campionessa del mondo tra vasca lunga (10) e corta (6) e ventisei volte campionessa d’Europa tra lunga (14) e corta (12) Sarah Sjostrom; l’ungherese tre volte campionessa olimpica, ventisei volte mondiale (9 e 17) e trentacinque europea (15 e 20) Katinka Hosszu e la ventenne ucraina campionessa mondiale e cinque volte europea del nuoto artistico Marta Fjedina che ha ringraziato la Federazione Italiana Nuoto: “tutte noi della squadra ci teniamo a ringraziare il presidente Paolo Barelli e la Federazione Italiana Nuoto per averci ospitato e dato la possibilità di continuare ad allenarci nel momento peggiore della nostra storia. Se oggi siamo qui è anche grazie a loro. Siamo orgogliose ed emozionate di rappresentare il nostro Paese e di farlo soprattutto qui a Roma, che è diventata la nostra seconda casa”.

Contents.media
Ultima ora