×

Nuovo decreto sul Green pass dall’1 settembre: le regole per i trasporti, le scuole e le università

Dall'1 settembre cambieranno le regole per il Green pass, che diverrà obbligatorio anche per alcuni trasporti, le scuole e le università.

Green pass

Un nuovo decreto sul Green pass entrerà in vigore mercoledì 1 settembre. La Certificazione verde Covid-19 diventerà così obbligatoria anche per effettuare viaggi di lunga percorrenza, così come per accedere a scuole e università.

Green pass: le regole per i trasporti

Sui bus, il Green pass sarà necessario per i viaggiatori che attraverseranno almeno due regioni, mentre per quanto riguarda i treni sarà obbligatorio per salire a bordo di Alta velocità, Intercity e Intercity notte.

La certificazione sarà poi necessaria per imbarcarsi su tutti i voli. Per quelli nazionali basterà quella rilasciata quattordici giorni dopo la prima dose, per quelli internazionali servirà invece il documento valido due settimane dopo la seconda. In entrambi i casi, si potrà in alternativa effettuare un tampone o provare l’avvenuta guarigione da Covid-19.

Il Green pass sarà infine obbligatorio per salire sulle navi, i traghetti e gli aliscafi che si muovono tra regioni, con l’eccezione dei mezzi che attraversano lo Stretto di Messina.

Green pass: le regole per le scuole e le università

Non ci sarà alcun obbligo di Green pass per gli studenti che andranno a scuola. La certificazione sarà invece necessaria per i docenti e gli operatori. I soggetti fragili, che non possono essere quindi vaccinati per motivi di salute, avranno diritto a tamponi gratuiti.

Per il restante personale senza Green pass, scatterà una sospensione, senza stipendio, dopo cinque giorni di assenza non giustificata.

Per quanto riguarda le università, invece, il Green pass sarà obbligatorio per tutti: studenti, docenti, ricercatori e personale, per i quali varranno le stesse regole degli operatori scolastici. Gli studenti senza certificazione potranno invece seguire le lezioni a distanza, con l’organizzazione in capo ai singoli atenei.

Green pass: le regole già in vigore

Come riportato dal sito del governo, attualmente la Certificazione verde Covid-19 “è richiesta in Italia per partecipare alle feste per cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in ‘zona rossa’ o ‘zona arancione’. È inoltre necessaria per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici”.

Leggi anche: Covid, Brusaferro: “L’Rt sta calando, possibilità di un ulteriore abbassamento”

Leggi anche: Palermo, il medico che accetta solo pazienti con Green pass: “Li convinco a vaccinarsi”

Contents.media
Ultima ora