×

Ny, Cuomo si difende in un video, ma Biden chiede sue dimissioni

Roma, 4 ago. (askanews) – Popolare durante la pandemia, ora accusato di molestie sessuali. Il governatore di New York, Andrew Cuomo, si difende dall’accusa di essere un molestatore seriale e affida a un video la sua versione dei fatti, poco dopo che la procuratrice generale di New York, Letitia James, ha presentato l’esito dell’indagine per molestie, accusandolo di aver “molestato sessualmente” 11 donne, violando così leggi statali e federali.

“Voglio che sappiate direttamente da me che non non ho mai toccato nessuno in modo inappropriato o fatto avances sessuali inappropriate verso qualcuno. Ho 63 anni. Ho vissuto tutta la mia vita adulta sotto i riflettori. Questo non è quello che sono”.

“Io scherzo con le persone. Faccio battute, alcune migliori delle altre. Sono la stessa persona in pubblico come in privato”, ha spiegato Cuomo.

“Capisco ora che ci sono delle prospettive generazionali o culturali che onestamente non avevo apprezzato del tutto.

E ho imparato da questo”, ha aggiunto.

“Ho chiamato un esperto per delineare una nuova politica e procedura contro le molestie sessuali e per formare l’intero team, me compreso. Accetto le responsabilità, stiamo facendo dei cambiamenti”, ha sottolineato.

“Altre rimostranze riguardavano l’ambiente di lavoro. Ho sempre detto che il mio ufficio è un posto di lavoro esigente e che non è per tutti”, ha concluso il responsabile democratico.

Deve dimettersi, ha chiesto il sindaco di New York Bill de Blasio (democratico). Stessa richiesta formulata dalla presidente della Camera Nancy Pelosi, anche lei democratica come il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, il quale ha risposto “sì” a una domanda in merito durante una conferenza stampa.

“Penso dovrebbe dimettersi. Credo che il parlamento statale potrebbe metterlo in stato d’accusa, non ne sono certo. Non conosco tutti i dati”, ha aggiunto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora