×

Obbligo vaccinale in Austria, multa da 600 euro ogni tre mesi per chi non si vaccina

In Austria il prossimo febbraio entra in vigore l'obbligo vaccinale: chi non si vaccina riceverà una multa da 600 euro ogni tre mesi.

Austria multa no vax

La quarta ondata fa sentire i suoi effetti in tutto il Vecchio Continente. I positivi al Covid-19 aumentano in Italia, ma a preoccupare è in particolare la situazione in Germania, Olanda, Paesi dell’Est e Austria, il primo Stato dell’Europa occidentale a introdurre un nuovo lockdown (fino all’11 dicembre) e il primo a imporre l’obbligo vaccinale, che entrerà in vigore a febbraio 2022.

I no vax dovranno pagare una multa di 600 euro ogni tre mesi: cosa prevede il disegno di legge?

Obbligo vaccinale in Austria: prevista una multa per i no vax

Ogni tre mesi i cittadini austriaci che non hanno ricevuto il vaccino anti-Covid riceveranno un invito dal Ministero della Sanità a farsi immunizzare.

Qualora il monito non venisse accolto, ogni volta dovrà essere pagata una multa da 600 euro, che diventa una super-ammenda da 3.600 euro per  chi non effettua il versamento entro i termini stabiliti.

Obbligo vaccinale in Austria, multa ogni tre mesi per i no vax: cosa prevede il disegno di legge?

Sono esenti dall’obbligo i bambini sotto i 14 anni, le donne in gravidanza, chi è guarito da meno di 180 giorni e coloro che per altre patologie non possono aderire alla campagna vaccinale contro il Covid. Mentre le donne che hanno partorito e i ragazzi che compiono 14 anni hanno tempo fino a un massimo di trenta giorno per ricevere la prima dose.

I vaccini riconosciuti dalle autorità sanitarie austriache sono Pfizer/BionTech, Moderna, AstraZeneca e Johnson&Johnson. L’obbligo resta in vigore almeno per due anni, fino al 31 gennaio 2024.

Obbligo vaccinale in Austria, multa ogni tre mesi per i no vax: qual è l’andamento della pandemia nel Paese

L’Austria affronta un nuovo lockdown, il quarto dall’inizio della pandemia. Alla luce del brusco incremento dei contagi, il Governo ha introdotto nuove restrizioni per cercare di contenere la diffusione di Covid-19.

Nelle ultime settimane il numero delle vittime era triplicato.

Ancora basso il numero dei cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale, pari circa al 66% degli 8,9 milioni di austriaci. Si tratta di uno dei tassi più bassi dell’Europa occidentale.

Con l’introduzione del lockdown nel Paese si è passati da più di 15mila casi giornalieri a poco più di 7mila.

Contents.media
Ultima ora