×

Obbligo vaccinale, Salvini: “La Lega dirà no ma resta nel governo”

Matteo Salvini ha reso noto che, in caso di disposizione dell'obbligo vaccinale, la Lega esprimerà parere contrario ma resterà al governo.

Salvini sull'obbligo vaccinale 

Il leader della Lega Matteo Salvini ha ribadito la sua contrarietà all’obbligo vaccinale che Draghi ha affermato di voler introdurre una volta che Ema e Aifa avranno classificato come ordinari e non emergenziali i vaccini anti Covid: nonostante ciò, ha assicurato, il Carroccio rimarrà al governo.

Salvini sull’obbligo vaccinale

Intervistato da Affariitaliani.it, l’ex ministro ha chiarito che il suo partito confermerà in Parlamento le sue posizioni di sempre su temi quali aumento delle tasse, immigrazione, taglio delle pensioni e obbligo vaccinale che, ha aggiunto, “non esiste in nessun Paese europeo“. Già nei giorni scorsi aveva votato a favore dell’abolizione del green pass a differenza di tutti gli altri partiti di maggioranza.

Salvini sull’obbligo vaccinale: “Rimarremo al governo”

Se il premier deciderà di optare per il vaccino obbligatorio, ha continuato, la Lega si opporrà ma senza abbandonare l’esecutivo. “Rimarremo al governo per aiutare gli italiani ad uscire dall’emergenza sociale, sanitaria ed economica, come richiesto dal presidente Mattarella“, ha sottolineato rivendicando l’impegno della Lega nel portare avanti tutte le riforme necessarie, dal fisco alla giustizia, dalla pubblica amministrazione alla concorrenza, con l’obiettivo di utilizzare al meglio i fondi europei del PNRR.

Il Carroccio, ha concluso, “ha scelto di entrare in questo governo di emergenza per responsabilità e amore per l’Italia e ci rimarrà: Pd e Cinque Stelle si mettano l’anima in pace“.

Contents.media
Ultima ora