Occidentali’s Karma, ecco tutte le citazioni del brano di Gabbani
Occidentali’s Karma, ecco tutte le citazioni del brano di Gabbani
Lifestyle

Occidentali’s Karma, ecco tutte le citazioni del brano di Gabbani

occidentali's karma

Il brano vincitore di Sanremo, Occidentali’s Karma, e le sue molte citazioni, dall’Amleto al neolitico, dal profumo più famoso di tutti i tempi a Eraclito.

Ha vinto il Festival di Sanremo con un testo molto arzigogolato, pieno di citazioni. Ecco quali sono le principali citazioni del testo Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani.

Il dubbio amletico

“Essere o dover essere”, dice il testo, “il dubbio amletico”. Il riferimento è alla tragedia di Shakespeare, “Amleto” e al celeberrimo soliloquio “Essere o non essere” pronunciato dal protagonista all’inizio del terzo atto.

L’uomo del neolitico

Perché proprio il neolitico? Citare il neolitico significa citare quello che molti studiosi considerano il momento più importante dell’umanità, perché è proprio in questo periodo della preistoria (l’ultimo dell’età della pietra) che avviene la più grande rivoluzione di ogni era: gli uomini smettono di cacciare e di essere nomadi e diventano sedentari. Coltivano e si mantengono con l’agricoltura e, semplificando un po’, diciamo che iniziano ad avere del tempo per fare una cosa molto importante: pensare.

Panta rei

Dal greco, “panta rei” significa “tutto scorre”. E’ il più celebre degli aforismi del filosofo greco Eraclito e riassume in sé l’idea che la vita sia un continuo cambiamento.

Buddha e il Nirvana

Il nirvana citato nel brano non è il gruppo grunge degli anni Novanta (si può pensare che sia superfluo dirlo, ma non è così). E’ lo stato di totale liberazione dai desideri della religione buddhista.

Mantra, Karma e Namaste

Un mantra è una formula ripetitiva usata negli esercizi di meditazione tipici dell’induismo.

Ce n’è uno che tutti sanno: “om”.

Il Karma, invece, indica, sempre nell’induismo, l’insieme delle azioni compiute da ogni essere, ovvero i gesti dai quali dipende la sua futura reincarnazione.

Namaste, infine, è il saluto indiano che si usa giungendo le mani all’altezza del petto.

L’evoluzione inciampa

Questa frase fa venire in mente la famosissima tavola grafica che rappresenta l’evoluzione dell’homo sapiens a partire dalla scimmia. L’idea è che, a destra della rappresentazione, l’homo sapiens, dopo essersi con fatica alzato in posizione eretta, inciampi. Capitombolo evoluzionistico, appunto.

La scimmia nuda

La scimmia nuda è l’uomo. Il riferimento è al libro di divulgazione scientifica di Desmond Morris intitolato, appunto, “La scimmia nuda”, del 1967.

Gocce di Chanel

Quando si dice Chanel, non può che venire in mente l’attrice Marilyn Monroe. Quel profumo avrebbe avuto successo comunque, ma nella storia ci è entrato in qualità di unica vestizione notturna di Marilyn Monroe: due gocce di Chanel n.° 5.

Coca dei popoli / oppio dei poveri

Anche questa è una citazione, anche se un po’ stravolta. Quella originale è “l’oppio dei popoli”. A dirlo è stato il filosofo Karl Marx. E cosa era l’oppio dei popoli, secondo Marx? La religione, naturalmente.

Singing in the rain

E’ un film del 1952 in cui Gene Kelly balla e canta. E, dal momento che è innamoratissimo, di bagnarsi sotto un acquazzone proprio non gliene importa un fico secco, perciò lo fa “cantando sotto la pioggia”.

Era già una canzone celebre, ma la fama attuale è legata anche – se non soprattutto – ad un altro film. Si tratta di Arancia Meccanica, di Stanley Kubrick, del 1971. Nel bel mezzo della scena dello stupro, infatti, è proprio “Singing in the Rain” ciò che i Drughi di Alex ritengono opportuno canticchiare.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Huawei P10 Lite 32GB 4GB Ram Black - Nero
209 €
Compra ora
Diadora Cyclette Cleo Rigenerata
89.95 €
189 € -52 %
Compra ora