×

Il boom delle luci led nel mercato dell’illuminazione

Il trend delle luci led non sembra essere sul punto di esaurirsi: la tendenza è quella di un incremento annuo del 50% da qui ai prossimi quattro anni.

luci led busta paga

Il led da circa dieci anni è diventato il protagonista del mercato dell’illuminazione: sempre più consumatori hanno avuto modo di constatare i vantaggi offerti da questa tecnologia, per esempio dal punto di vista del contenimento dei consumi e, di conseguenza, sotto il profilo del risparmio economico. Se nel 2012 gli esperti ipotizzavano un aumento considerevole delle vendite, a quasi dieci anni di distanza i numeri confermano le più rosee previsioni. E non è tutto, perché la tendenza è quella di un incremento annuo del 50% da qui ai prossimi quattro anni.

La tutela dell’ambiente, d’altro canto, è un aspetto che viene tenuto sempre più in considerazione dai consumatori: si spiega così il boom dell’illuminazione sostenibile sul mercato, mentre la crisi economica fa sì che a venir privilegiati negli acquisti siano quei prodotti capaci di garantire un risparmio consistente, anche sul lungo termine.

La crescita del mercato del led

È soprattutto tra il 2013 e il 2016 che il mercato del led è stato protagonista di una crescita importante, per un trend che in ogni caso prosegue ancora oggi e non sembra essere sul punto di esaurirsi. Si prevede fino al 2024 un incremento delle vendite, anche perché lo sviluppo della tecnologia non si arresta e, con il suo, porterà un livello di efficienza sempre più elevato, a sua volta foriero di un miglior rapporto qualità prezzo e di un aumento della resa energetica. Si stanno apprezzando i tanti pregi del led non solo dal punto di vista della sua efficacia, ma anche in termini di versatilità, come dimostra la vasta gamma di applicazioni che si basa su tale tecnologia. Dalle lampadine led alle strisce, passando per le lampade e i fari, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

La conversione verso il led

Ci sono ancora molti passi da compiere lungo il percorso che porterà a una transizione completa verso il led, ma certo è che la strada intrapresa è quella giusta. Nel corso degli ultimi anni, per altro, si sono innescate delle vere e proprie battaglie commerciali per effetto delle quali si è innescata una rivalità che ha coinvolto i produttori più importanti nel settore dei materiali per l’illuminazione: a trarne vantaggio sono stati i consumatori, che hanno avuto modo di approfittare di offerte e promozioni convenienti. Se si prova a effettuare un confronto tra i consumi di qualche anno fa e quelli attuali, si può ben capire l’entità del miglioramento che ha riguardato l’efficienza dell’illuminazione a stato solido e il flusso luminoso. Quella che riguarda il led, insomma, è anche una battaglia a favore della sostenibilità.

Lampadadiretta e l’acquisto di impianti led

Tra i rivenditori di luci led di maggior prestigio a livello internazionale va menzionato di sicuro Lampadadiretta, la cui sede si trova nei Paesi Bassi, ad Eindhoven, dove sono situati anche gli uffici di Philips e Noxion. Ma Lampadadiretta è presente con i propri uffici anche in Francia, in Germania e perfino a Taiwan: una dimostrazione del valore internazionale di questa realtà, la cui mission è quella di consentire alle imprese europee di sfruttare l’illuminazione smart e il led per diventare più ecologiche.

Perché il led oggi è così diffuso

Sono tante le variabili che hanno contribuito al successo dei prodotti a led; un ruolo importante è stato quello dei bonus, mentre molte industrie hanno adottato strategie di marketing grazie a cui tale tecnologia ha catturato l’attenzione dei consumatori. In un primo momento il mercato mostrava alcuni segni di difficoltà, anche a causa di prezzi ancora troppo elevati: basti pensare che il costo di una lampadina a led era 8 volte più elevato rispetto a quello di una lampadina normale. Con il passare del tempo, però, la situazione è cambiata, anche grazie a tecnologie innovative che hanno favorito una riduzione dei prezzi.

Un trend che proseguirà a lungo

La durata di una lampadina a led si aggira tra le 30mila e le 50mila ore, decisamente superiore a quella di una lampadina tradizionale. Da notare, poi, la riduzione della perdita di flusso fino al 10%. Quando i led sono stati immessi sul mercato un potenziale problema riguardava la manutenzione; ora non ci sono controindicazioni da questo punto di vista, anche in termini economici. Non ci sono componenti UV o IR, che potrebbero risultare pericolosi per la salute. I led per poter funzionare hanno bisogno di una quantità di elettricità inferiore rispetto ai prodotti alternativi, ma al tempo stesso garantiscono una migliore illuminazione. Come dire: prestazioni più elevate e consumi più bassi.

Alla ricerca di un approccio green

Il mercato ha preso con decisione la direzione della sostenibilità ambientale, per una tendenza che ha coinvolto anche il nostro Paese. Non è un caso che negli ultimi mesi siano state previste numerose agevolazioni finalizzate a promuovere il ricorso a sistemi, impianti o prodotti che permettano di incrementare la resa energetica del posto di lavoro o del luogo in cui si vive. Dopo il Super bonus 110% è stata la volta dell’Eco bonus 110%, incentivi dedicati all’acquisto di prodotti in grado di aumentare la classe di efficienza energetica di due o più livelli. I bonus prevedono sconti in fattura e cessioni del credito, consentendo agli acquirenti di rientrare delle spese affrontate.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora