Dieta del ciclo ormonale: come dimagrire in modo sano
Dieta del ciclo ormonale: come dimagrire in modo sano
Salute & Benessere

Dieta del ciclo ormonale: come dimagrire in modo sano

Dieta del ciclo ormonale.
Dieta del ciclo ormonale: come dimagrire in modo sano.

Che cos'è la "Dieta del ciclo ormonale"? Come funziona? Scopriamo insieme come dimagrire in modo sano con la dieta del ciclo ormonale.

Ottobre è uno dei mesi migliori per iniziare la dieta perchè è nel pieno della stagione autunnale. In questa stagione ci sono moltissimi alimenti che diventano importantissimi per il nostro benessere fisico. Tra gli alimenti tipici della stagione autunnale ci sono sicuramente le castagne, il melograno, le arance ecc…. che si possono gustare in diverse quantità, in quanto molto spesso di natura ipocalorica e ricchi di sostanze nutritive molto importanti.

Simbolo del mese di ottobre per essere la decorazione d’eccellenza della festa Halloween c’è sicuramente la zucca che è perfetta per tornare in forma, poichè ricca di gusto, vitamina A e Omega 3, ma povera di calorie. Alimento detox poi per eccellenza è l’uva che aiuta a migliorare la circolazione, stimolare la diuresi ed è consigliata in tutte le diete per via del suo alto contenuto di polifenoli e antiossidanti naturali.

Per essere sempre energici (ma con gusto), non possono mancare sulla tavola i funghi che non contengono grassi ma sono ricchi di sali minerali, acqua e perfetti come ingrediente del risotto.

Tra i frutti più buoni dell’autunno ci sono poi sicuramente le pere e i cachi. Le prima aiutano a perdere peso senza sforzi, grazie al loro alto contenuto di acqua e fibre. I secondi invece, sono perfetti per chi pratica sport, poichè ricchi di vitamina C e assolutamente drenanti e diuretici.

Come non amare poi i kiwi e le arance? I kiwi sono degli ottimi drenanti e diuretici, poichè contengono moltissima vitamina C; così come le arance che oltre alla vitamina C, contengono flavonoidi che ci rendono più belle, magre e stimolano la produzione di collagene. Ottime poi anche le castagne che aiutano a migliorare la regolarità dell’intestino se inserite all’interno di una dieta equilibrata. A questo punto, non ci resta che parlarvi della nuova “Dieta del Ciclo ormonale“.

Dieta del ciclo ormonale

Secondo la biologa nutrizionista specializzata in nutrizione femminile dal menarca alla menopausa, Francesca Hueller, esiste un’evidente correlazione tra la salute e l’alimentazione durante le fasi del ciclo ormonale della donna. Peso a fisarmonica, sbalzi di umore, cefalee e gonfiori sono alcuni dei sintomi collaterali del ciclo ormonale ed è quindi bene cercare di seguire una dieta equilibrata e corretta per eliminarli radicalmente.

Quando parliamo di “Dieta del Ciclo ormonale“, intendiamo un regime alimentare che deve seguire le diverse fasi del ciclo ormonale, non basandosi più sul calcolo delle calorie o sulla riduzione del peso, ma per accompagnare la donna durante tutte le fasi della vita, dalla pubertà fino alla menopausa. In particolare, la Dieta del Ciclo ormonale deve modularsi in base alle fasi dettate dal ciclo della donna che sono: la fase mestruale, la fase estrogenica, la fase ovulatoria e infine la fase progestinica. Analizziamo nello specifico le diverse fasi ormonali.

FASE MESTRUALE (DAI 3 AI 7 GIORNI): grazie al sangue del ciclo mestruale vengono eliminate dal corpo tutte le scorie, permettendo così all’utero e alle ovaie di migliorare le loro funzioni, attraverso un effetto detossinante. In questo periodo bisogna mangiare alimenti depurativi e drenanti come liquidi (es: acqua e tisane), verdura cruda, vitamina C (es: kiwi, fragole, agrumi ecc…), folati (verdura verde scura) e carne rossa (1 volta a settimana).

FASE ESTROGENICA (DAL 5° AL 7° GIORNO, FINO AL 14°): questo è il periodo nel quale il corpo della donne si riempie di energia positiva, bellezza e del nuovo follicolo ed è quindi importante mangiare quantità superiori di carboidrati, prediligendo gli alimenti integrali in chicco biologici. Per ricaricare le energie è meglio assumere proteine come uva, carne e pesce ed evitare alimenti iperinsulinemici che possono causare ritenzione idrica e ansia. per creare un equilibrio tra estrogeni e insulina preferite frutta secca, olio evo e legumi.

FASE OVULATORIA (14° GIORNO): da questo momento l’ovulo è maturo, si stacca dall’ovaio ed è pronto per essere fecondato. Durante la fase ovulatoria si consiglia di mangiare le uova di gallina che contengono un’elevata quantità di vitamina B e favoriscono le capacità ovulatorie. Assieme alle uova di gallina è bene associare alimenti afrodisiaci ricchi in zinco (es: semi di zucca, crostacei e molluschi).

FASE PROGESTENICA (DAL 14° AL 28° GIORNO): è fondamentale introdurre alimenti drenanti, poichè è il periodo in cui aumentano stanchezza e gonfiore. Durante la fase progestenica è importante mangiare verdura cruda (es: carciofi, sedano, asparagi, prezzemolo, radicchio ecc…), verdure amare (es: erbette, tarassaco, radicchio, catalogna, cicoria, cardi ecc…). Per apportare omega 3 e magnesio consigliamo di assumere mandole e anacardi, semi di girasole, zucca e pesce. Durante questo periodo poi è bene contenere il consumo di tè, caffè, alcolici, alimenti in scatola, affettati ecc…).

Ulteriori consigli:

ACQUA: ogni giorno bisogno assumere da 1 litro e mezzo a 2 litri di acqua per evitare che si riduca il drenaggio dei liquidi ristagnanti e l’idratazione necessaria al nostro corpo. Bisogna evitare comunque di bere troppa acqua rispetto alle quantità scritte, poichè in questo modo l’acqua andrebbe ad accumularsi matrice extracellulare, creando così della ritenzione idrica. Si può creare l’effetto “Acqua che elimina l’Acqua” sostituendo i sali che sono presenti all’interno delle acqua minerali (residuo fisso che non deve superare i 500 mg/L).

CIOCCOLATO EXTRA FONDENTE: è l’alimento necessario per placare la voglia di dolce. Lasciatelo sciogliere lentamente nella bocca per diversi minuti.

FERMENTI LATTICI: servono a riequilibrare la flora intestinale.

MAGNESIO: è utile per ridurre i dolori muscolari, la stanchezza e la stitichezza.

TRIPTOFANO: questo alimento contenuto nel miglio, nella banana, nell’avocado e nell’amaranto favorisce il senso di sazietà ed è un precursore della serotonina.

ZUCCHERI SEMPLICI: sono da ridurre a favore degli zuccheri complessi come i cereali integrali per mantenere stabile la glicemia e mantenere in equilibrio insulina e glucagone.

Programma per la dieta del ciclo

Vediamo ora un’ipotetico schema di Dieta del Ciclo ormonale.

FASE FOLLICOLARE (1°-4° GIORNO)

COLAZIONE: 200 ml di latte parzialmente scremato, 1 frutto di stagione piccolo, 40 g di fiocchi di crusca.
MERENDA: 5 anacardi, 1 frutto di stagione.
PRANZO: 200 g di patate novelle, 90 g di coniglio o di pollo, 2 cucchiaini di olio evo, 350 g di verdure di stagione.
SPUNTINO: 1 frutto di stagione.
CENA: 90 g di carne di cavallo o filetto di orata, 3 cucchiaini di olio evo, 250 g di verdure di stagione.

FASE FOLLICOLARE TARDIVA (5°-11° GIORNO)

COLAZIONE: 200 ml di latte parzialmente scremato, 40 g di fiocchi di crusca, 1 frutto di stagione piccolo.
MERENDA: 25-30 g di pinoli.
PRANZO: 100 g di pesce spada, 4 cucchiaini di olio evo, 300 g di verdure.
SPUNTINO: 20 g di fesa di tacchino o prosciutto crudo sgrassato,
CENA: 90 g di fesa di tacchino, 100 g di pomodori secchi, 60 g di pane integrale, 4 cucchiaini di olio evo, 200 g di verdure di stagione.

FASE PERIOVULATORIA (12°-15° GIORNO)

COLAZIONE: 120 g di yogurt greco magro, 20 g di proteine del siero del latte.
MERENDA: 5 noci, 1 frutto di stagione.
PRANZO: 180 g di cernia, 2 cucchiaini di olio evo, 250 g di verdure.
SPUNTINO: 20 g di cioccolato fondente
CENA: 80 g di fesa di tacchino, 2-3 cucchiaini di olio evo, 250 g di verdure.

FASE LUTEALE (16°-28° GIORNO)

COLAZIONE: 200 ml di latte parzialmente scremato, 10 g di semi di girasole, 150 g di mirtilli o frutti di bosco.
MERENDA: 15 g di semi di girasole o semi di zucca, 1 spremuta di arancia, 2 noci.
PRANZO: 60 g di pasta integrale, 250 g di verdure, 100 g di salmone fresco o di triglia, 2 cucchiaini di olio evo.
SPUNTINO: 10 g di cioccolato fondente.
CENA: 150 g di coniglio o petto di pollo o tacchino, 2 cucchiaini di olio evo, 250 g di verdure.

PREMENOPAUSA

COLAZIONE: 30 g di fiocchi di avena o di riso, 125 g di yogurt greco 5% di grassi, 1 mela.
MERENDA: 200 g di frutta di stagione.
PRANZO: 200 g di verdure, 150 g di patate dolci, 3 cucchiaini di olio evo.
SPUNTINO: 1 macedonia di frutta di stagione, 1 tisana con 20 g di cioccolato fondente.
CENA: 200 g di vitello o di manzo, 3 cucchiaini di olio evo, 200 g di verdure.

MENOPAUSA

COLAZIONE: 125 g di yogurt magro, 1 frutto di stagione piccolo, 3 biscotti secchi.
MERENDA: 150 g di frutta fresca.
PRANZO: 50 g di pasta integrale al pomodoro, 350 g di verdure di stagione, 90 g di coniglio o di pollo, 3 cucchiaini di olio evo.
SPUNTINO: 1 frutto di stagione piccolo.
CENA: 250 g di verdure, 2 uova, 3 cucchiaini di olio evo.

Il miglior integratore naturale

Durante le diverse fasi ormonali è molto importante associare un integratore alimentare ed è per questo motivo che vi vogliamo consigliare Garcinia Cambogia. Questo è il miglior integratore naturale che riesce a ripristinare il naturale equilibrio del nostro peso corporeo e arginare notevolmente il senso di fame. Il nome del prodotto deriva dal suo ingrediente omonimo, coltivato in Pakistan e in India. Garcinia Cambogia è un integratore naturale e tra gli altri ingredienti ci sono lo zinco, il cromo, il potassio e il calcio che riescono a migliorare le capacità del nostro organismo.

I benefici sono molteplici, tra i tanti:

  • Brucia il grasso in eccesso
  • Velocizza il metabolismo
  • Riduce il senso di fame
  • Depura fegato ed intestino

Questo è possibile grazie agli ingredienti 100% naturali di cui si compone, per esempio:

  • Garcinia Cambogia, grazie al suo contenuto favorisce il dimagrimento
  • Maltodestrine, un carboidrato complesso ad assorbimento rapido, dona energia e freschezza senza affaticare stomaco ed intestino
  • Silicio colloidale, protegge pelle, tendini ed ossa ed aumenta le prestazioni di Garcinia Cambogia

Rispetto a tutti gli altri integratori, questo non ha controindicazioni o effetti collaterali, essendo completamente naturale. Se siete interessati al prodotto cliccate qui o sulla seguente immagine

Garcinia Cambogia provalo adesso

Dato che si tratta di un prodotto esclusivo, non è possibile acquistarlo nè in farmacia nè al supermercato tanto meno su Amazon o Ebay. L’unico modo è tramite il sito ufficiale del prodotto, compilando il modulo e inviando l’ordine in modo tale da usufruire della promozione due prodotti al prezzo di uno. Il pagamento può avvenire direttamente in contanti al momento della consegna in modo rapido e sicuro, inoltre la spedizione è gratuita.

Esercizi per la dieta del ciclo ormonale

Secondo la biologa e nutrizionista Francesca Hueller per migliorare il nostro stile di vita è molto importante praticare dello sport e modularlo in base alle fasi del ciclo ormonale. Vediamo insieme come e perchè.

FASE MESTRUALE: per migliorare la respirazione e favorire l’allungamento dei muscoli, si consiglia di scegliere attività tipo pilates e yoga. In questo periodo infatti, a causa dei dolori mestruali, i muscoli risultano spesso contratti e tesi.

FASE ESTROGENICA: questo periodo è caratterizzato da grande vitalità e allegria e per questo si consiglia di praticare attività intense che possono aiutare a tonificare come l’allenamento funzionale e lo step. Durante la fase estrogenica si consiglia anche di fare un lavoro aerobico.

FASE PRE-CICLO: si consiglia di scegliere attività prolungate a bassa intensità come una leggera corsetta o una camminata di 45 minuti. La fase pre-ciclo è molto importante perchè permette nel corpo la riossigenazione dei tessuti.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Eleonora Cattaneo 651 Articoli
Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.