Alopecia androgenetica, le cause e i rimedi naturali
Salute & Benessere

Alopecia androgenetica, le cause e i rimedi naturali

Alopecia androgenetica.
Alopecia androgenetica, le cause e i rimedi naturali.

Siete stufi dei capelli che cadono e desiderate una chioma folta? Scopriamo insieme le cause e i rimedi naturali dell'alopecia androgenetica.

Una delle paure maggiori di tutti gli uomini è quella di perdere i capelli e diventare calvi. L’Alopecia Androgenetica è una delle patologie che può portare moltissimi soggetti a perdere i capelli, ma secondo diversi studi scientifici, questo problema può migliorare. Una ricerca effettuata dall’Università di Manchester (Regno Unito) ha affermato che un farmaco contro l’osteoporosi può aiutare moltissimi pazienti a combattere l’Alopecia Androgenetica.

Il farmaco contro l’osteoporosi ha dimostrato di riuscire a stimolare positivamente le cellule che formano peli e capelli, le strutture della pelle e l’attività dei follicoli piliferi. I risultati della ricerca ottenuti in laboratorio sono stati pubblicati su “PLOS Biology” e per verificare la sicurezza e l’efficacia del trattamento bisognerà sperimentare il farmaco direttamente sui pazienti affetti da Alopecia Androgenetica che nel mondo interessa il 70% degli uomini e il 40% delle donne.

Secondo alcuni studi gli uomini affetti da Alopecia Androgenetica perdono i capelli dall’attaccatura alle tempie e in parte alla nuca, mentre le donne solitamente hanno un progressivo diradamento sempre più diffuso.

L’Alopecia Androgenetica si lega a un’enzima (5alfa-reduttasi) che va a trasformare l’ormone testosterone in diidrotestosterone (DHT), uno degli androgeni che va a danneggiare il cuoio capelluto.

La ricerca effettuata dall’Università di Manchester (Regno Unito) è stata realizzata andando ad analizzare i follicoli prelevati da più di 40 uomini che sono rimasti disponibili dopo aver effettuato l’autotrapianto. I ricercatori, guidati da Nathan Hawksaw, hanno affermato che la ciclosporina riesce a contribuire e ridurre l’attività di una proteina (SFRP1) che blocca e regola la crescita cellulare di diversi tessuti, tra i quali i follicoli.

Alopecia Androgenetica

“Alopecia” è un termine che arriva dal greco “Alōpex” che tradotto significa “Volpe” e indica un animale che perde il pelo a chiazze. Quando parliamo di “Alopecia Androgenetica” intendiamo un patologia che degrada la qualità dei capelli e dei peli, portandola alla scomparsa o alla diradazione. Questa patologia è molto diffusa nella popolazione e può provocare problemi psicologici gravi, oltre che conseguenze fisiche molto evidenti.

L’Alopecia Androgenetica è chiamata anche “Calvizie” e colpisce l’80% degli uomini e il 40% delle donne dopo la menopausa.

Negli uomini la patologia inizia da un diradamento progressivo dei capelli dalle tempie alla chierica, fino a tutto il cranio, tranne sopra le orecchie. Le donne invece, hanno un diradamento molto diffuso nella parte alta della testa. Solitamente le cause della patologia sono di origine ormonale perchè si può osservare una sensibilità eccessiva dai follicoli piliferi agli ormoni androgeni, fino a indebolirsi.

L’Alopecia Androgenetica progredisce in modo inarrestabile, con una velocità che dipende dalla propria predisposizione. Uno dei farmaci che viene consigliato è Minoxidil che è formato da una molecola che viene utilizzata nelle prime fasi della malattia per combattere la patologia sia negli uomini che nelle donne. Il trattamento inizia a essere efficace dopo 6-7 mesi dall’inizio della somministrazione e non deve essere mai interrotto. Un altro farmaco che viene consigliato in alternativa a Minoxidil è Finasteride a basso dosaggio che agisce inibendo la trasformazione del testosterone in diidrotestosterone e che funziona solo negli uomini.

Alopecia Androgenetica maschile

L’Alopecia Androgenetica maschile si sviluppa solitamente subito dopo la pubertà e nella forma veloce raggiunge una fase molto avanzata già intorno ai 20 anni.

La patologia però può avere anche un decorso più lento, con un picco verso i 20-30 anni e una progressione lenta negli anni successivi. L’Alopecia Androgenetica maschile non è dovuta da un eccesso di ormoni androgeni, bensì da una maggiore sensibilità del capello.

L’Alopecia Androgenetica maschile inizia con un assottigliamento progressivo dei capelli che viene chiamato “Processo di Miniaturizzazione” che porterà alla degenerazione del follicolo e alla creazioni di spazi vuoti dove si vedrà successivamente la cute a causa del diradamento. L’ultima fase è la caduta del follicolo che da vellus genera veri spazi vuoti, a causa di una copertura non più adeguata. L’Alopecia Androgenetica maschile colpisce la parte frontale, il vertex e le tempie. In altri casi si diffonde su tutto il corpo.

Durante la fase di miniaturizzazione si può intervenire con una terapia di Medicina Rigenerativa per ottenere risultati notevoli. Il processo degenerativo dell’Alopecia Androgenetica maschile però non si può arginare, se non attraverso un’azione completa e mirata che si associa tra Medicina Rigenerativa e micro chirurgia.

Le cause dell’Alopecia Androgenetica maschile solitamente sono:

CAUSE PSICOLOGICHE: stress fisico o psicologico, differenti situazioni some febbri, emorragie, mancanza di sonno e stati emotivi spiacevoli possono portare l’Alopecia Androgenetica maschile.

PROBLEMI ORMONALI: il cattivo funzionamento della tiroide, elevati livelli di testosterone e ghiandole surrenali possono portare l’Alopecia Androgenetica maschile.

PROBLEMI ALIMENTARI: mancanza di vitamine, anemie, diete dimagranti e problemi di assimilazione delle vitamine agiscono in modo diretto sulla crescita dei capelli.

PRODOTTI CHIMICI E FARMACOLOGICI: la chemioterapia, gli antidepressivi e la particella beta possono portare questa patologia.

Alopecia Androgenetica femminile

L’Alopecia Androgenetica femminile si manifesta invece con un diradamento progressivo dei capelli nella regione centrale della testa, dove i capelli iniziano ad apparire diradati vicino alla scriminatura centrale, dove il cuoio capelluto inizia a essere visibile. Nella donna questa patologia inizia a manifestarsi dopo la menopausa quando aumentano gli ormoni maschili e iniziano a ridursi gli ormoni estrogeni.

In alcuni casi particolari, l’Alopecia Androgenetica femminile si scatena in modo precoce durante la pubertà, dopo una dieta dimagrante. Altre donne invece manifestano questa patologia durante l’allattamento, subito dopo la gravidanza quando si ha un picco enorme di stress e una carenza notevole di ferro. Il sintomo iniziale dell’Alopecia Androgenetica femminile è quello che viene definito “Segno dell’Albero di Natale” che si manifesta andando a effettuare la riga centrale.

Nella donna in menopausa è possibile notare invece una stempiatura, simile a a quella dell’uomo. Nei casi più gravi si osserva un grave diradamento, ma mai una calvizie completa. Il diradamento che si può osservare nella donna non è dovuto dal numero di capelli, bensì da una riduzione dello spessore dei capelli. Il diradamento solitamente viene associato a una caduta anomala del capello (es: + di 100 capelli al giorno) e si possono distinguere 3 varietà cliniche di Alopecia Androgenetica femminile che ora andremo ad analizzare.

CHRISTAMAS TREE PATTERN: questo tipo di Alopecia Androgenetica femminile interessa le adolescenti dove il diradamento è visibile a livello della parte centrale dell’attaccatura, richiamando così un albero di Natale.

HAMILTON: insorge in giovane età e viene associata a patologie ormonali. Questa varietà di Alopecia Androgenetica femminile si manifesta con un diradamento della regione del vertice e la stempiatura maschile.

LUDWING: il diradamento in questo caso causa un’allargamento della riga centrale e interessa in modo uniforme la sommità del capo.

Vediamo ora quali possono essere le cause dell’Alopecia Androgenetica femminile.

CARENZA DI FERRO: se il ferro assunto con l’alimentazione o durante il ciclo mestruale è basso si può manifestare la patologia. I valori ematici di ferritina devono essere superiori a 30 ng/ml e se così non fosse bisogna iniziare subito a prendere delle vitamine.

DERMATITE SEBORROICA: questa patologia provoca un’infiammazione cronica del cuoio capelluto che si difende aumentando la caduta dei capelli. La dermatite seborroica si aggrava durante il cambio della stagione che è il momento picco della caduta dei capelli.

ESPOSIZIONE AL SOLE: le lampade abbronzanti, il sole e le radiazioni ultraviolette causano la caduta dei capelli ed è quindi importante utilizzare un prodotto specifico durante l’esposizione.

FARMACI: gli integratori che contengono la vitamina A, i farmaci per ridurre il colesterolo e quelli per curare la depressione possono aggravare l’Alopecia Androgenetica femminile.

FUMO: questo brutto vizio aggrava radicalmente l’Alopecia Androgenetica femminile attraverso l’effetto vasocostrittore con riduzione della perfusione della papilla dermica, l’ effetto sugli ormoni con riduzione dei livelli di estrogeni e la produzione di radicali liberi. Chi fuma più di 20 sigarette al giorno ha un aggravamento notevole dell’Alopecia Androgenetica femminile.

PATOLOGIE TIROIDEE: una dieta da 1200 calorie può causare un’aumentata caduta di capelli e bisogna stare attenti anche ai prodotto dimagranti topici che in molti casi vanno a d agire sulla tiroide.

STRESS: una delle cause più frequenti dell’Alopecia Androgenetica femminile è sicuramente lo stress che va a determinare la liberazione perifollicolare e sistemica di alcuni neuropeptidi. 2-4 mesi dopo l’evento stressante iniziano a cadere i capelli.

Il miglior rimedio naturale

Il prodotto naturale migliore per eliminare la caduta dei capelli e migliorare l’Alopecia Androgenetica esiste ed è sicuramente Foltina Plus, nato per rinforzare notevolmente i nostri capelli. Foltina Plus è prodotto con ingredienti naturali al 100% che agiscono sulla caduta dei capelli, rivitalizzando i follicoli piliferi e riuscendo a generare così nuovi capelli. In questo modo si potrà risparmiare sul trapianto di capelli che in molti casi è poco soddisfacente, oltre che molto doloroso.

Foltina Plus permette di:

  • Avere una ricrescita veloce.
  • Combattere il diradamento.
  • Riattivare i bulbi spenti.
  • Rinfoltire la capigliatura.

Gli ingredienti completamente naturali di Foltina Plus sono:

ARGININA: questo aminoacido è essenziale per lo sviluppo muscolare per la crescita del capello.

FIENO GRECO: permette la crescita di capelli forti e rigogliosi e aiuta il capello durante la ricrescita.

SERENOA: riattiva la microcircolazione, favorisce la crescita, mette gli ormoni in equilibrio e blocca la caduta dei capelli.

Cosa cambia rispetto a tutti gli altri prodotti per capelli? Foltina Plus non ha controindicazioni o effetti collaterali, essendo completamente naturale, e soprattutto è consigliato dai migliori tricologi italiani in quanto è realizzato con ingredienti di prima qualità.

Se siete interessati al prodotto cliccate qui o sulla seguente immagine

-

Foltina Plus è un prodotto esclusivo che non viene venduto in farmacia o al supermercato tantomeno su Amazon o Ebay, ma soltanto sul sito ufficiale del prodotto, compilando il modulo e inviando l’ordine.

Foltina Plus sarà consegnato in pochissimi giorni e il pagamento si potrà effettuare comodamente in contrassegno all’arrivo del corriere e le spese di spedizione saranno gratuite. Soddisfatti o rimborsati al 100%!

Se non siete ancora del tutto convinti, ecco una delle tante recensioni positive estrapolate direttamente dal sito ufficiale:

“Non credevo che uno spray funzionasse davvero. Ho iniziato a perdere capelli negli ultimi anni, ritrovandomi con giusto un paio sulla cute e prima che perda anche questi ho deciso di effettuare questo trattamento. All’inizio non notavo nulla, ma dopo settimane ho notato niente più perdita. I quattro capelli che mi sono rimasti sono sempre al loro posto e sono contento” (Piergiorgio, 45 anni)

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.