×
Home > Offerte & Consigli > Salute & Benessere > Orecchie tappate e fischi in aereo: le cause e i rimedi
07/03/2019 | di Simona Bernini

Orecchie tappate e fischi in aereo: le cause e i rimedi

Le orecchie tappate in aereo sono fastidiose, ma con i giusti rimedi si possono trattare.

orecchie tappate
orecchie tappate

Può capitare che, durante il volo in aereo, si abbiano problemi alle orecchie, a causa del decollo e dell’atterraggio. Le orecchie tappate sono una conseguenza di un viaggio in aereo, ma prima di capire quali sono i rimedi più adatti per stapparle è importante conoscerne le cause. Le soluzioni sono diverse e in questo articolo vi sveliamo quali siano le più adatte per affrontare il viaggio senza questo fastidio.

Orecchie tappate e fischi in aereo

Quello delle orecchie tappate, sebbene si tratti di un disturbo passeggero e transitorio, risulta essere piuttosto fastidioso e rischia di compromettere il viaggio verso la vostra vacanza, soprattutto se viaggia in aereo e si deve affrontare un lungo volo.

Chi ha viaggiato in aereo, almeno una volta ha avuto il problema delle orecchie tappate in volo.

La variazione dell’altitudine porta a diminuire la pressione dell’orecchio e quindi ad avvertire una sensazione fastidiosa, come appunto le orecchie tappate e i fischi in aereo.

Le orecchie tappate sono il segnale che ci avverte che stiamo salendo in quota e che la pressione sta cambiando. Un problema di questo tipo porta anche a giramenti di testa e nausee e, per chi ne soffre spesso, è bene sottoporsi a un controllo dell’udito per capire lo stadio e quale terapia seguire per questo tipo di problema. Per evitare il fastidio delle orecchie tappate, ci sono alcuni accorgimenti che si possono adottare. Masticare un chewing gum e sbadigliare sono alcuni metodi che possono alleviare questo problema durante il viaggio. In questo modo le orecchie si stappano e la pressione del timpano diminuisce.

I fischi in aereo sono un altro problema che si avverte durante il decollo e l’atterraggio dal momento che la pressione dell’orecchio tende a scendere.

Si tratta di una condizione che tende a passare nel giro di pochissimo tempo, a parte rarissimi casi in cui si verifica la rottura della membrana timpanica, che compromette l’udito in modo permanente.

Orecchie tappate in aereo: cause

I cambi di pressione che avvengono in aereo durante il volo che otturano le trombe di Eustachio possono portare ad avere le orecchie tappate. Sensazione dolorosa e fastidiosa, che si verifica soprattutto per i bambini, si tratta di una condizione, nota in termini medici, con il nome di otite barotraumatica. Una condizione che rischia di portare anche a un sanguinamento nel peggiore dei casi. Per liberare le orecchie mentre si è in volo, ci sono alcune soluzioni che si possono adottare.

Fare grandi sbadigli può sicuramente aiutare a liberarsi del problema e vivere il viaggio in modo sereno e leggero.

Bere un bicchiere d’acqua può aiutare a migliorare la situazione in quanto permette di deglutire e stappare le orecchie. Soffiare nelle orecchie aiuta a stabilire la pressione ed eliminare il problema. Un altro rimedio utile è la manovra di Valsava: tappare il naso con le dita, chiudere la bocca e soffiare delicatamente in modo da stappare definitivamente le orecchie.

Un danno causato dalla variazione tra la pressione atmosferica e quella dell’orecchio e si verifica nei viaggi in aereo, soprattutto nella fase di atterraggio e di decollo, ma anche in seguito alle immersioni.

Il miglior rimedio naturale per le orecchie tappate

Per ovviare al problema delle orecchie tappate e dei fischi (non solo in aereo) il prodotto considerato il migliore è sicuramente OtoBio: un olio naturale al 100% che migliora l’udito. Si tratta, infatti, di un prodotto che idrata le cellule e pulisce i canali uditivi. Se usato in maniera costante, in pochissimo tempo si possono notare già i primi risultati.

Il prodotto consiste in un olio che disinfiamma e idrata il canale uditivo, apportando i seguenti benefici e vantaggi al canale uditivo:

  • Pulisce le orecchie in profondità dai tappi di cerume;
  • Elimina le infiammazioni;
  • Guarisce dalle forme lievi di tinniti e acufeni.

È un prodotto raccomandato da tantissimi esperti e professionisti del settore proprio per le sue proprietà, oltre a essere molto semplice e facile da usare grazie al dosatore, in quanto basta prenderne una piccola quantità, versarlo nel canale uditivo e lasciarlo agire per qualche minuto.

Per chi fosse interessato, può trovare maggiori informazioni cliccando qui o sulla seguente immagine.

OTOBIO.

Pulisce i depositi di cerume in profondità e funziona sin dalla prima applicazione. Non presenta particolari controindicazioni o effetti collaterali, in quanto naturale e si compone dei seguenti ingredienti:

  • Olio di Argan: ha proprietà antiossidanti e aiuta le cellule a rigenerarsi;
  • Olio di mandorle dolci: ricco di acidi grassi e favorisce la rigenerazione delle cellule;
  • Olio di germe di grano: aiuta eliminare l’infiammazione, idratare e pulire le cellule;
  • Estratto di foglie di salvia: ricca di flavonoidi e ripara i danni che il condotto uditivo subisce;
  • Estratto di gardenia: contiene tantissimi glicosilidi che disinfiammano.

Dal momento che OtoBio è un prodotto esclusivo ed originale, non si può comprare in parafarmacia o negozio, neanche nei siti online quali Amazon o ebay. L’unico modo per ordinarlo è tramite il sito ufficiale del prodotto dove bisogna compilare il modulo con i propri dati e attendere la chiamata per l’evasione dell’ordine e la conferma delle proprie generalità. Il prodotto arriva a casa al prezzo di 49 Euro per una confezione con spedizione gratuita e pagamento in contrassegno alla consegna.

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Simona Bernini

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.

Leggi anche