×

Ok, l’acqua è buona

Bere dal rubinetto è sempre meglio, soprattutto in termini di risparmio. E se prima c’era l’incognita sulla potabilità, adesso si è sicuri anche su quello. Tutto ciò grazie al gruppo aziendale multiutility Hera, che da qualche anno è impegnata nel settore ambientale per quanto riguarda l’acqua, l’ambiente, il gas e i rifiuti. Hera infatti, negli ultimi tempi ha svolto numerose analisi per quanto riguarda il territorio emiliano e non solo. Tutto ciò è coinciso con l’inizio del festival dell’acqua, che si sta svolgendo in questi giorni a Genova. Proprio in quest’occasione è stato reso noto il rapporto dettagliato dell’azienda, che può essere facilmente consultato sul portale web di Hera. Sul sito, infatti è possibile consultare la qualità dell’acqua della proprio zona, inserendo il nome del proprio comune.

All’interno del rapporto sono stilati i valori fondamentali di alcuni dei principali elementi chimici presenti nell’acqua. Ammonio, cloruro, pH, durezza, fluoruro, nitrato, nitrito, residuo secco a 180 °C, sodio, sono i parametri fondamentali che bisogna tenere sotto controllo quando utilizziamo principalmente l’acqua del rubinetto.
Tutto ciò rientra in un progetto fondamentale per l’Italia, che le permetterà di eguagliare molti stati europei. Innanzitutto per lo sviluppo di un’azienda multiutility come Hera, che per il momento ha un unica sede a Bologna, ma essere in via di sviluppo anche in altre regioni. Un’azienda del genere permette di rendere pubblici i dati relativi all’acqua che beviamo quotidianamente in modo molto dettagliato. Una pratica diffusa soprattutto nel mondo anglosassone.

La conseguenza di tutto questo è un minore utilizzo dell’acqua in bottiglia, che rappresenta alti costi di produzione ed anche un conseguente inquinamento dell’ambiente.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:

Leggi anche