×

Olanda e Brasile: il Mondiale inizia adesso

In un Mondiale a trentadue squadre, e con il livello mediocre del calcio internazionale di oggi, può capitare di ritrovarsi ai quarti di finale senza neppure accorgersene e senza aver dovuto faticare più di tanto. Poteva succedere all’Italia, se avesse vinto il suo girone e avesse magari affrontato il Giappone agli ottavi, è accaduto ad Olanda e Brasile.

Due delle favorite per il successo finale si troveranno di fronte venerdì 2 luglio alle 16 a Port Elizabeth per i quarti di finale: ed in ogni caso uscire di scena sarà un fallimento perchè quello sarà anche stato il primo vero ostacolo da superare per entrambe.

Aggirati in scioltezza i rispettivi gironi, le due squadre hanno infatti passato anche la boa degli ottavi di finale senza troppi problemi.

L’Olanda ha confermato contro la Slovacchia la metamorfosi della gestione Van Maarvijk: meno spettacolo, tanta solidità e fase offensiva affidata al talento dei trequartisti. Qualcosa comunque scricchiola in difesa, elemento che fa pendere la bilancia dalla parte del Brasile in sede di pronostico.

La Seleçao ha dovuto faticare solo 40′ per battere il solito Cile bello ma fumoso di Bielsa. Fatta breccia nella difesa della Roja grazie ad un colpo di testa di Juan, il raddoppio di Luis Fabiano in chiusura di tempo ha trasformato la ripresa in un allenamento, completato dal tris di Robinho.

Anche il Brasile ha un volto poco tradizionale: solidissimo in difesa, ben saldo in mezzo, la solita fantasia e classe in attacco lo rendono quasi inattaccabile.

È sempre di più la favorita per la vittoria finale ma dovrà fare attenzione all’imprevedibilità dell’Olanda. Una volta sarebbe stata una sfida spettacolo, sabato sarà la partita della concretezza.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche