×

Olimpiadi Tokyo 2020, Simone Biles torna in gara per la finale della trave: quando vederla

"Siamo entusiasti di confermare che vedrete due atlete statunitensi nella finale alla trave: Suni Lee e Simone Biles", fa sapere la federazione Usa.

Simone Biles trave

Ha commosso il mondo intero la decisione di Simone Biles, superlativa ginnasta americana nota in tutto il mondo per il suo talento indiscusso. “Devo concentrarmi sul mio stato mentale e non mettere a repentaglio la mia salute e il mio benessere.

Non ho più fiducia in me stessa come prima. Non so se è una questione di età. Sono un po’ più nervosa adesso quando salgo in pedana. Sento che non mi sto divertendo più come prima. So che questi sono i Giochi, volevo farli, ma in realtà sto partecipando per altri, più che per me. Mi fa male nel profondo che fare ciò che amo mi sia stato portato via. Non appena salgo in pedana siamo solo io e la mia testa e lì ci sono demoni con cui devo confrontarmi, aveva detto la Biles in conferenza stampa.

La giovane atleta è stata un esempio di coraggio e sta ricevendo l’affetto di tifosi e avversarie, che si stringono a lei in un caloroso abbraccio che è un incoraggiamento prezioso. I fan di Simone sperano di rivederla presto gareggiare e il loro desiderio potrà essere esaudito quanto prima: la ginnasta parteciperà alla finale della trave femminile.

Olimpiadi Tokyo 2020, Simone Biles gareggerà nella finale della trave: quando vederla

La finale della trave femminile si terrà nella giornata di martedì 3 agosto 2021.

La conferma è arrivata direttamente dal Team USA, lunedì 2 agosto. La trave sarà l’ultima gara da medaglia per la ginnastica artistica femminile alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Dopo la medaglia d’argento vinta da Vanessa Ferrari, italiana amatissima nel mondo che con i suoi 30 anni dimostra sempre passione, espressività e talento sopraffino, i fan della ginnastica sono entusiasti di rivedere Simone Biles.

Olimpiadi Tokyo 2020, Simone Biles gareggerà nella finale della trave: il comunicato

“Dopo ulteriori consultazioni con lo staff medico, Simone Biles ha deciso di ritirarsi dalle finali per il volteggio e le parallele asimmetriche. Per lei continueranno le valutazioni quotidiane”. Così comunicava la federazione statunitense di ginnastica artistica ai Giochi di Tokyo, confermando il profondo malessere affrontato dalla giovane campionessa 24enne quattro volte oro a Rio, manifestato con la rinuncia in extremis alla finale a squadre.

Nel nuovo comunicato, invece, si legge: “Siamo così entusiasti di confermare che domani vedrete due atlete statunitensi nella finale alla trave: Suni Lee e Simone Biles!!”. E ancora: “Non vediamo l’ora di vedervi entrambe”.

Simone Biles gareggerà nella finale della trave: il malessere della campionessa

Oltre ad averne parlato apertamente in conferenza stampa, Simone Biles sui suoi social ha raccontato: “La mia mente e il mio corpo semplicemente non sono sincronizzati”. E tiene a sottolineare: “Per chiunque dica che ho smesso dico no, non ho mollato.

Sui demoni contro cui sta combattendo ha aggiunto: “Non è divertente affrontarli. È francamente raggelante cercare di perfezionare dei gesti tecnici senza avere mente e corpo sincronizzati”.

Contents.media
Ultima ora