×

Omicidio a Milano in via Romano, preso il presunto killer: era al lavoro in farmacia

Il presunto autore dell'omicidio in via Romano a Milano è stato rintracciato: il killer di Pierantonio Secondi era al lavoro in una farmacia.

omicidio milano killer

Le forze dell’ordine hanno individuato e fermato il presunto killer dell’82enne Pierantonio Secondi, vittima di un omicidio nel suo appartamento in via Romano a Milano. L’uomo, 35 anni e di origini romene, ha due figli ed è stato rintracciato in una farmacia di Melegnano dove lavora come magazziniere.

Si trova attualmente sotto interrogatorio per Pubblico Ministero Elio Ramondini.

Omicidio a Milano: preso il presunto killer

I sospetti dei Carabinieri sono subito ricaduti su di lui perché nei mesi scorsi era stato denunciato dall’anziano che ha ucciso per stalking. Nei suoi confronti il 13 ottobre era stato emesso e notificato un divieto di avvicinamento dopo che l’anziano, che avrebbe in passato avuto una frequentazione con quello che è poi diventato il suo killer, era uscito dall’ospedale con 21 giorni di prognosi.

Proprio nella giornata dell’omicidio le autorità ne avevano emesso un altro, non ancora notificato, per impedire all’aggressore di avvicinarsi alla sorella e ad un amico della vittima che avrebbero convinto l’uomo a interrompere la relazione con il 35enne.

Omicidio a Milano, preso il presunto killer: la confessione

I Carabinieri hanno trovato il cellulare di quest’ultimo nella sua giacca all’interno dell’appartamento di Secondi dove si è consumato l’omicidio.

Dopo la conferma da parte delle telecamere del palazzo e della presenza di alcuni suoi oggetti lasciati nell’abitazione, si sono dunque recati presso la farmacia in cui lavorava per arrestarlo. In portineria sono anche state trovate le copie stampate di alcune mail in cui l’assassino ha confessato le motivazioni del gesto.

Contents.media
Ultima ora