×

Omicidio a Monterotondo Marittimo: uomo uccide la compagna e chiama i Carabinieri

Un uomo è accusato di omicidio per aver ucciso la sua compagna a Monterotondo Marittimo: pochi minuti dopo i fatti si è costituito.

Omicidio a Monterotondo Marittimo

A poche ore di distanza dall’omicidio di Vigevano, dove un uomo ha ucciso la compagna per poi costituirsi, a Monterodondo Marittimo si è verificato un caso analogo: un 48enne ha accoltellato la compagna di 46 anni fino a toglierle la vita e subito dopo ha chiamato i Carabinieri.

Omicidio a Monterotondo Marittimo

I fatti hanno avuto luogo nella notte tra mercoledì 11 e giovedì 12 agosto 2021. Secondo le prime ricostruzioni alle 00:20 i militari hanno ricevuto una chiamata da parte di un uom che raccontava di aver appena ucciso la fidanzata. “Venite l’ho uccisa”, avrebbe ripetuto più volte l’uomo al telefono con l’operatore ammettendo, a causa di un forte stato di agitazione, di non essere in grado di chiarire dove si trovasse.

Dopo diversi minuti i Carabinieri lo hanno localizzato in un’area periferica del comune di Monterotondo. Si sono dunque recati sul posto e l’hanno trovato in lacrime e con i vestiti sporchi di sangue davanti all’auto con all’interno il corpo della compagna, una donna originaria di Altopascio, che presentava una profonda ferita al collo. Accanto a lei l’arma del delitto ancora insanguinata.

Omicidio a Monterotondo Marittimo: indagini in corso 

Dopo aver calmato l’omicida, i Carabinieri di Follonica e del Reparto operativo – Nucleo investigativo del Comando provinciale di Grosseto hanno effettuato i rilievi utili a ricostruire la dinamica dell’accaaduto. Sul posto è sopraggiunto anche il Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Grosseto. 

I militari hanno poi caricato l’uomo a bordo dell’auto dei Carabinieri dove ha iniziato a dare in escandescenza sfondandone il vetro. In base alle risultanze investigative, è stato successivamente arrestato per il reato di omicidio e condotto in caserma dove verrà interrogato.

Ancora da chiarire le cause per cui ha ucciso la compagna. 

Omicidio a Monterotondo Marittimo: caso analogo a Vigevano 

Poche ore prima un caso simile si era verificato a Vigevano, dove il 59enne Marco De Frenza è accusato di omicidio volontario aggravato per aver accoltellato e ucciso la convivente. Sotto l’effetto dell’alcol e al culmine di una discussione, secondo i primi accertamenti avrebbe colpito tre volte con un coltello da cucina Marylin Pera, 39 anni. Il delitto si è consumato nell’appartamento al primo piano di una palazzina dove la coppia, che stava insieme da un paio di settimane, era arrivata da qualche giorno. 

Contents.media
Ultima ora