×

Omicidio ad Acilia: Paolo Corelli ucciso da tre colpi di pistola

Omicidio ad Acilia, tre colpi di pistola in mezzo alla strada. Muore così Paolo Corelli, salumiere romano di 48 anni, incensurato.

Acilia, omicidio in mezzo alla strada

Omicidio ad Acilia nel quartiere San Giorgio, tra Roma e Ostia. Paolo Corelli è morto all’alba di lunedì 14 febbraio 2022, freddato da tre colpi di pistola: due alla schiena e uno al petto, quando era già a terra.

Omicidio ad Acilia: ucciso Paolo Corelli

La vittima di quella che sembrerebbe un’esecuzione si trovava davanti alla sua abitazione, in via Alberto Galli ad Acilia, quando è stato raggiunto da due persone in sella a una moto.

Erano le 6 di mattina e Paolo Corelli stava uscendo di casa, uno dei due uomini sulla motocicletta è sceso e gli ha sparato in mezzo alla strada, vicino all’auto che avrebbe dovuto prendere per recarsi al lavoro. Caduto sul freddo asfalto, Corelli è stato finito da un ennesimo colpo di pistola, questa volta al torace.

Acilia, omicidio in strada: la vittima è incensurata

La vittima risulta incensurata, per questo motivo si pensa più a una vendetta per motivi personali che legata alla malavita. Nonostante il pronto intervento di un’ambulanza e un’automedica del 118, Paolo Corelli è deceduto: aveva 48 anni.

Sul posto sono giunti anche i Carabinieri della compagnia di Otia e del Nucleo Investigativo, per isolare tutta la zona e disperdere i curiosi.

I militari hanno recuperato alcuni dei bossoli esplosi dall’arma del delitto, gli accertamenti si stanno concentrando anche sui filmati registrati dalle telecamere nell’area dove è avvenuto l’omicidio.

Omicidio ad Acilia, Paolo Corelli morto davanti alla compagna

Paolo Corelli, 48 anni, era un salumiere e lavorava presso un supermercato di Fiumicino, Roma. L’uomo è morto in strada, davanti agli occhi della compagna e del vicinato: sono stati loro ad allertare le forze dell’ordine e l’ambulanza.

Le indagini sul caso sono ancora in corso, per fare chiarezza sull’omicidio-esecuzione di Acilia.

Contents.media
Ultima ora