×

Omicidio Carol Maltesi, il killer: “L’ho accoltellata da morta e ho comprato un freezer su Amazon”

Reo confesso dell'omicidio di Carol Maltesi, Davide Fontana ha raccontato tutti i dettagli del delitto dalla morte all'abbandono dei suoi resti.

charlotte angie 1 768x432

Emergono nuovi agghiaccianti dettagli sull’omicidio di Carol Maltesi, l’attrice hard uccisa e fatta a pezzi a Rescaldina dal killer Davide Fontana. L’uomo, che l’aveva conosciuta su Instagram nel 2020 e con cui ha confessato di avere una relazione aperta, ha esplicitato i dettagli del delitto raccontando di aver smembrato il corpo dell’attrice in tre giorni e di aver continuato a rispondere agli sms dal suo cellulare per credere che fosse viva.

Omicidio Carol Maltesi: la confessione del killer

Fotografo, food blogger per passione e attore hard amatoriale, il killer è crollato davanti ai magistrati e ai Carabinieri “perché volevo togliermi questo peso e dire la verità“. Secondo il suo racconto, tutto sarebbe accaduto una mattina di gennaio quando i due stavano girando un filmino hard. Dopo aver legato la ragazza ad un palo da lap dance al primo piano dell’appartamento, le ha fissato mani e piedi con lo scotch e ha iniziato a colpirla con un martello su tutto il corpo e in testa.

Credo fosse già morta ma non sapendo che altro fare le ho tagliato la gola con un coltello da cucina“, ha aggiunto affermando di essere rimasto mezz’ora a guardarla.

Ha dunque raccontato di aver smembrato il corpo di Carol in tre giorni e di aver conservato i resti per giorni in un freezer a pozzetto comprato su Amazon. Dopo aver tentato invano di bruciarli con l’alcol nel barbecue di un bed and breakfast di una frazione di Cittiglio (Varese), li ha riportati a casa decidendo di abbandonarli tra le montagne di Borno dove trascorreva le vacanze da bambino con la famiglia.

Davide ha usato il suo cellulare per due mesi

Per più di due mesi, ha continuato Davide, è rimasto in possesso del telefono della ragazza rispondendo ai messaggi al posto suo “nel tentativo di far credere agli altri che fosse viva“. Agli amici della vittima scriveva che “voleva cambiare vita e lasciare il mondo del porno” fino a quando, dopo la scoperta del corpo, un giornalista le ha chiesto di ascoltare la sua voce.

A quel punto si è spaventato e non ha più risposto.

Contents.media
Ultima ora