×

Omicidio Willy Monteiro, l’abbraccio dei fratelli Bianchi dietro le sbarre: ultime notizie sul processo

Il pm di Velletri, Francesco Brando, ha chiesto l'ergastolo per i fratelli Bianchi, che si sono scambiati un abbraccio dietro le sbarre.

Fratelli Bianchi

I fratelli Bianchi, per cui il pm di Velletri ha chiesto l’ergastolo per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte, si sono scambiati un abbraccio dietro le sbarre. 

Omicidio Willy Monteiro, l’abbraccio dei fratelli Bianchi dietro le sbarre

Gabriele e Marco Bianchi, al termine dell’ultima udienza in Corte d’Assise del Tribunale di Frosinone, si sono salutati con un lungo abbraccio, prima di separarsi.

I due sono imputati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte. I due fratelli sono rimasti in aula, impassibili, per sei ore. Accanto a loro Mario Pincarelli, anche lui accusato dell’omicidio di Willy. Non si sono rivolti sguardi o parole. In aula erano presenti tutti gli amici di Willy, insieme alla mamma Lucia. Ha ascoltato tutto, ha parlato con un filo di voce e si è fatta accompagnare sotto braccio dagli amici del figlio.

In aula era presente anche Silvia Ladaga, fidanzata di Gabriele. 

Chiesto l’ergastolo per i fratelli Bianchi

Il pm di Velletri, Francesco Brando, ha chiesto l’ergastolo per i fratelli Bianchi e 24 anni per gli altri imputati, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia. Secondo il pm si è trattata di “un’aggressione becera messa in atto da quattro individui in danno di un ragazzino. Noi pensiamo che questo sia un omicidio doloso, volontario e non preterintenzionale“.

Secondo l’accusa sarebbe stato Belleggia a colpire Willy per primo, con un calcio al volto, ma sono i fratelli Bianchi che lo hanno picchiato. Gabriele avrebbe colpito il ragazzo con un calcio al torace, uno dei colpi che si è rivelato mortale. Il 26 maggio sarà il momento delle arringhe difensive dei Bianchi e delle eventuali repliche del pm. 

Contents.media
Ultima ora