×

Cosa sappiamo di BA.2, la variante “invisibile” di Omicron che spaventa l’Europa

Tutto quello che c'è da sapere su Omicron 2, la nuova mutazione della variante sudafricana che e si sta diffondendo in Danimarca.

BA.2 nuova variante

Tutto quello che c’è da sapere su Omicron 2, la nuova mutazione della variante sudafricana che presenta un lignaggio diverso e si sta diffondendo in Danimarca.

Omicron 2: la variante “invisibile”

In Sudafrica è stata presente fin dall’inizio dell’ondata di Omicron, e inizialmente fu rilevata anche in Australia e Canada.

La variante Omicron BA.2 è informalmente chiamata “stealth” da alcuni ricercatori, uno degli espedienti che si utilizza prima del sequenziamento per sospettare un’infezione da Omicron non funziona.

In pratica, quando si procede con un test molecolare, nel caso di variante Omicron standard, uno dei tre geni bersaglio che indicano la presenza del virus non viene identificato – un fenomeno che in gergo è chiamato dropout del gene S. Invece, nel caso di BA.2, questo non accade, perché il genoma di questo virus manca di una specifica mutazione a livello del gene S.

Omicron 2: le differenze con la variante standard

BA.2 fa parte della stessa famiglia di lignaggio della variante Omicron standard, e infatti condividono ben 38 mutazioni. Tuttavia, Omicron “stealth” ha ulteriori 27 mutazioni uniche e ulteriori 6 variazioni.

Associare specifiche capacità al profilo mutazionale di un virus non è semplice, ma sicuramente, essendo BA.2 un sotto-lignaggio di Omicron, va comunque considerato che questa versione virale sia altrettanto in grado di eludere parte della risposta immunitaria conferita dai vaccini o da un’infezione dovuta a varianti precedenti.

Omicron 2: contagiosità e diffusione

Il discorso legata al tasso di contagio è più ampio: non è ancora chiaro come mai BA.2 non si sia diffusa ampiamente sin da subito proprio come Omicron standard. Pertanto, la diversa diffusione a livello globale potrebbe dipendere da qualche altro fattore che, al momento, resta di difficile interpretazione.

Quel che è certo è che ad oggi, in Danimarca, rappresenta il 28% dei nuovi casi di Covid, oltre ad essere diffusa anche in Svezia e nel Regno Unito .

Fuori dall’Europa è sempre più frequentemente identificata in Asia, soprattutto in India e a Singapore.

Contents.media
Ultima ora