×

Omicron,”in Sudafrica niente allarmi, disastro con blocco viaggi”

Roma, 29 nov. (askanews) – Non è facile per chi vive in Sudafrica affrontare le conseguenze della nuova variante Omicron di Covid. Soprattutto per chi vive e lavora con il turismo. Paolo Croce con la moglie Barbara, da qualche anno ha lasciato l’Italia per il Sudafrica: sono i gestori del Kaia Tani Guest House a Phalaborwa, a pochi passi da una dell’entrate del Parco Kruger. La stagione per loro non è mai ripartita.

“Come guest house gestita da italiani lavoravamo per l’80% con l’Italia ma se l’Italia ci lascia nella lista E pur non avendo casi Covid ne risentiamo notevolmente. Avevamo qualche prenotazione da tedeschi, altri europei, pochissime dall’Italia, ora le avevamo per dicembre e gennaio perché gli italiani erano ottimisti e anche io, e per agosto prossimo, ma con la nuova variante per il momento hanno dato disdetta tutti tranne che per agosto”.

In Sudafrica fin dai primi mesi del 2021 la situazione era serena, si era arrivati a 200 casi al giorno in tutto il Paese, racconta Paolo, ma per l’Italia siamo rimasti sempre nella lista dei paesi a rischio, e tra la paura del tampone in entrata e la quarantena in uscita questo non ha aiutato.

La Omicron è stata il colpo finale, anche se lì la stanno vivendo con serenità.

“Non c’è allarmismo in giro per il Sudafrica anche perché dai primi risultati sembrerebbe molto più contagiosa ma più leggera come problemi di salute, è stato un allarmismo totale soprattutto in Europa, qui hanno detto: ok c’è questa nuova variante, ora la studiamo e valutiamo in merito.

“Vorrei far notare anche che l’Inghilterra ha riaperto i voli con il Sudafrica dopo aver un attimo studiato la situazione quindi forse qualcosa c è di altro oltre all allarme del contagio di questa nuova variante”.

Sui vaccini il Sudafrica è molto indietro, dice Paolo, ma non mancano. “Qui stanno faticando a vaccinare la popolazione sudafricana più che altro perché, per ignoranza o altro, non sono molto propensi a vaccinarsi, ci sono molte scorte di vaccino in magazzino ma si fa fatica a portare avanti la percentuale”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora