×

Omofobia, dipinge la casa arcobaleno: i vicini lo minacciano di morte

Un giovane parrucchiere australiano ha deciso di dipingere la sua casa con i colori dell'arcobaleno ed è stato minacciato di morte dai vicini.

Mykey O'Halloran

Mykey O’Halloran, un giovane parrucchiere di Melbourne, in Australia, ha deciso di dipingere la sua casa con i colori dell’arcobaleno, come fa spesso anche con i capelli dei suoi clienti. Ma proprio per questa sua decisione i vicini di casa lo hanno minacciato di morte.

Omofobia, dipinge la casa arcobaleno: i vicini lo minacciano di morte

Mykey O’Halloran, parrucchiere australiano, molto seguito sui social, ha comprato la casa dei suoi sogni vicino al mare e ha deciso di dipingerla con i colori dell’arcobaleno. In poco tempo si è sparsa la voce nel vicinato e ha ricevuto una visita inaspettata. A pochi mesi dal suo trasloco, si sono presentati cinque uomini nel suo giardino.

Avevano sentito che avrei dipinto la mia casa con i colori dell’arcobaleno erano affatto d’accordo. Hanno minacciato di uccidermi e hanno cercato di picchiarmi” ha raccontato il parrucchiere al The Sun. I cinque uomini sono diventati “aggressivi, violenti e omofobi“. Lo hanno insultato e anche minacciato. Gli hanno detto che se avesse deciso di dipingere la sua casa lo avrebbero ammazzato. Il parrucchiere si è rivolto subito alla polizia e un suo vicino di casa ha ricevuto una multa di 2.500 dollari australiani, ovvero poco meno di 1.700 euro.

Centinaia di persone lo hanno aiutato

La cosa ancora più inaspettata è accaduta dopo che il parrucchiere ha condiviso la sua storia sui social. “La scorsa notte ho pianto fino a che non mi sono addormentato dopo essermi sentito attaccato in modo omofobo e minacciato nella mia stessa casa” ha scritto in un post, spiegando che non si sarebbe fermato e avrebbe portato avanti il suo piano. In pochi giorni sono arrivate centinaia di persone a casa sua per aiutarlo a dipingerla con i colori dell’arcobaleno.

Hanno portato litri di vernice e pennelli. Un altro volontario ha deciso di montare delle telecamere all’interno della casa, per evitare nuove minacce.

Contents.media
Ultima ora