×

Omofobia, si trucca come Damiano dei Maneskin e viene aggredito

Un 12enne è stato vittima di omofobia e aggressione perché era truccato come il suo idolo Damiano dei Maneskin.

I Maneskin

Un 12enne stava festeggiando la fine della scuola con degli amici quando è sopraggiunto un gruppo di bulli che lo ha prima deriso per l’aspetto e poi aggredito fisicamente. Inutili anche i tentativi di aiuto da parte dei suoi coetanei.

L’ennesimo atto di omofobia

Il fatto risale allo scorso 8 giugno, ultimo giorno di scuola. Il ragazzo con un gruppo di amici stava festeggiando in un parco della periferia di Roma quando è stato vittima di bullismo per “colpa” del suo aspetto fisico: indossava infatti una borsetta ed era truccato con smalto ed eyeliner proprio come il suo idolo Damiano, frontman dei Maneskin.

La madre della vittima di aggressione è stata intervistata da La repubblica, alla quale ha confessato gli orribili epiteti con i quali si sono rivolti al figlio: “Fro*** di mer**, gay schifoso, sei maschio o femmina?“.

I bulli non si sono limitati ad infierire verbalmente, ma hanno anche lanciato delle uova sul povero ragazzo, provocandogli alcuni lividi.

Il gesto di solidarietà da parte di genitori e ragazzi

Fortunatamente tutta la comunità del quartiere ha immediatamente preso le difese del ragazzo e della famiglia, organizzando una flash mob che si è tenuta il 19 giugno ai Parchi della Colombo di Roma, luogo dell’accaduto.

Lo slogan della manifestazione è stato “Tutti uniti sotto lo stesso arcobaleno“.

L’iniziativa è stata ampiamente pubblicizzata sui social, in particolare su Facebook dove veniva accompagnata da questo messaggio:

Qualche giorno fa si è scritta una pagina tristissima della vita del nostro quartiere: alcuni ragazzi sono stati aggrediti verbalmente e non solo, con insulti omofobi e sessisti da loro coetanei. Era l’ultimo giorno di scuola, era una giornata di sole, ma una coltre di nubi ha coperto i loro volti e cuori innocenti.

Contents.media
Ultima ora