Opel Ampera: la terza via dell’alimentazione elettrica
Guide

Opel Ampera: la terza via dell’alimentazione elettrica

Si sa che il futuro è rappresentato dalle auto elettriche. Ma questo nuovo filone ha preso diverse direzioni e una di queste è l’automobile spinta al 100% da un propulsore elettrico. Questa è l’unica scelta che riesce a garantire emissioni zero; ma come rovescio della medaglia non consente un’autonomia elevata, riducendo l’utilizzo di queste vetture solamente per i percorsi cittadini. C’è poi l’auto ibrida che accoppia un motore alimentato elettricamente e a benzina; riuscendo a sopperire al gap del primo modello. Opel, però, sembra aver trovato un compromesso tra il primo ed il secondo filone. La casa automobilistica tedesca, con l’Ampera ha aperto la strada all’extended range electric vehicle (E-Rev); e cioè all’auto elettrica ad autonomia estesa. La vettura Made in Germany, riesce a viaggiare per 60 km, grazie ad una batteria al litio che alimenta un motore elettrico. Una volta esaurita la batteria, che è garantita dieci anni, si può semplicemente ricaricarla attraverso una presa di corrente casalinga.

Una volta terminata tutta la carica, la vettura può continuare la sua marcia per altri 500 km, grazie ad un motore alimentato a benzina che produce energia elettrica che va ad alimentare il motore elettrico. Malgrado l’Ampera abbia in dotazione ben 200 kg ereditati dal pacchetto batteria, può vantare una velocità massima di punta di ben 160 km/h, oltre ad uno spunto nel breve dei 370 Nm di coppia del motore elettrico. La frenata è resa particolare dal sistema di recupero di energia dell’auto che rallentando ricarica la batteria, come una sorta di freno motore. Il design è particolare, sicuramente non innovativo come ci si aspetta da una vettura che presenta un sistema di propulsione così tecnologico. Gli interni sono curati e presentano quattro posti, mentre nella parte centrale dell’abitacolo il posto è occupato dal pacchetto batterie, che “rubano” il posto per il quinto passeggero. L’Opel Ampera, che sarà presente sul mercato alla fine del 2011, avrà un prezzo indicativo di circa 40mila euro; mentre la produzione dovrebbe partire prima negli Usa, insieme alla Chevrolet Volt; per poi trasferirsi in Europa a Bochum nella sede tedesca della Opel.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche