×

Operaio folgorato da una scarica elettrica a Taranto: è grave

Operaio folgorato da una scarica elettrica a Taranto: è grave e vivo solo grazie alla tempestività delle manovre congiunte di collega, Polizia e 118

Il luogo del drammatico incidente

Operaio folgorato da una scarica elettrica a Taranto nell’ennesimo incidente sul lavoro: l’uomo, un 31enne, è in gravi condizioni dopo che una scossa da 20mila volt lo ha investito, lo ha catapultato in aria per un metro e gli ha letteralmente dato fuoco.

Secondo quanto trapela dai media l’operaio stava lavorando nelle ore notturne all’adeguamento delle linee elettriche di Taranto, nella zona del Borgo antico della città. Ad un certo punto e per cause da accertare in corso d’inchiesta una scossa elettrica violentissima lo ha investito. 

Folgorato da una scarica elettrica a Taranto: 31enne in gravissime condizioni

Il 31enne stava prestando opera per una ditta di Genzano di Roma a cui era stato affidato uno scavo di ripristino di un cavo dell’alta tensione, cavo che può dare la morte in un attimo.

Il 31enne è stato osccorso con immediatezza ma malgrado la tempestività di quei soccorsi è ricoverato in condizioni gravissime e con prognosi riservata presso il reparto di rianimazione dell’ospedale Santissima Annunziata. La prognosi resta riservata. L’uomo ha ustioni di primo e secondo grado sul 90% del corpo e probabilmente deve il fatto di essere ancora vivo anche alla decisione di un collega e degli agenti della sezione Volanti che, giunti sul posto, gli avrebbero effettuato un massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca in attesa dell’arrivo delle unità del 118 e dietro loro consulenza.

Operaio folgorato da una scarica elettrica a Taranto: la scarica gli dà fuoco

I colleghi della Scientifica hanno avviato i rilievi, mentre sul Fatto Quotidiano trapela parte del verbale-nota del 118 che descrive la violenza assoluta dell’incidente occorso all’uomo: “Tocca inavvertitamente un cavo elettrico e, pur dotato dei dispositivi di protezione individuale, rimane folgorato. Viene immediatamente sbalzato a più di un metro di distanza, prende fuoco, diventa una vera e propria torcia umana, va in arresto cardiaco”. 

Folgorato da una scarica elettrica a Taranto, vivo grazie agli agenti delle Volanti

E la nota conclude: “Se quel ragazzo è ancora vivo, merito determinante va riconosciuto in particolare al compagno di turno, che non ha esitato un solo istante ad effettuare il massaggio cardiaco ed al poliziotto, che si è reso immediatamente disponibile ad effettuare la respirazione artificiale, oltre anche agli operatori intervenuti”. la folgorazione è alla base di numerosissimi incidenti in cui incappano soprattutto operai manutentori, poi poi potatori di alberi e manovratori di quadri.

Contents.media
Ultima ora