×

Operatori energetici nell’occhio del ciclone ma Commissione Ue annuncia sovvenzioni per 300 miliardi

La Commissione europea annuncia sovvenzioni per 300 miliardi con RePowerEu. I provvedimenti mirano alla tutela di pmi, famiglie e ambiente.

Commissione Ue sovvenzioni

Società, agenzie e operatori energetici sono finiti nell’occhio del ciclone. La Commissione europea, tuttavia, tende una mano: il Governo raddoppia la tassazione degli extraprofitti, l’Autorità Agcm multa per pratiche commerciali scorrette, la Commissione EU annuncia sovvenzioni per 300 miliardi con RePowerEu.

Tutti i provvedimenti hanno l’obiettivo di tutelare pmi, famiglie e ambiente. Assium certifica e sostiene il cambiamento.

Con il Decreto Aiuti n.50/2022 approvato in via definitiva dal Governo, raddoppia la tassazione sugli extra-profitti degli operatori di energia, che passa dal 10% al 25%. Per Edison, Erg ed Engie è una misura penalizzante, “una tassa sul fatturato e non sugli extra profitti”. Per le partecipate A2A e Iren, sono misure emergenziali necessarie.

L’Agcm – Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato – ha concluso 6 procedimenti istruttori “per pratiche commerciali scorrette” nella proposta delle condizioni economiche di fornitura di energia elettrica e gas nel libero mercato.

L’Europa appare pronta a offrire il proprio supporto al settore: la Commissione Ue, infatti, ha annunciato un progetto da 300 miliardi di euro per far fronte a un eventuale stop delle forniture di gas e petrolio russi.

Con il RePowerEu, il piano sull’energia, all’Italia arriveranno 2,6 miliardi di sovvenzioni, oltre ai prestiti inutilizzati del Recovery Fund.

La Commissione Ue annuncia sovvenzioni per aiutare il settore energetico

”Abbiamo deciso di raddoppiare il nostro obiettivo per il 2030 e di produrre ogni anno 10 milioni di tonnellate di idrogeno rinnovabile. Inoltre, importeremo altri 10 milioni di tonnellate dall’estero. In questo modo, potremo sostituire fino a 50 miliardi di metri cubi all’anno di gas russo importato, ha fatto sapere il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

L’ampio pacchetto di proposte avanzato dall’Ue mira ad azzerare la dipendenza energetica dell’Unione dai rifornimenti russi

Per società, agenzie e operatori del settore energetico si apre una stagione fatta di cambiamenti e nuove sfide. Le novità arrivano dal Governo, dalle Autorità di controllo e dall’Unione europea. I players si trovano davanti a scelte importanti: il rinnovamento delle politiche commerciali (Agcom, Arera); la produzione di energie rinnovabili e l’accelerazione della transizione green (RePowerEu); la tassazione degli extra profitti degli operatori (DL Aiuti). Il miglior modo per affrontare la complessità di queste novità è quello di “stare insieme” e “monitorare e certificare” i propri processi. In tal senso, Assium fornisce strumenti di certificazione che scongiurano le multe. Inoltre, facilita il networking tra operatori, società e agenzie che si confrontano con il cambiamento repentino del mercato.

L’impegno di Assium

In una situazione che mostra cambiamenti e nuove sfide, l’affidabilità di Assium si dimostra fondamentale. 

In particolare, Assium si impegna a supportare operatori, società, agenzie e consumatori divulgando correttamente le novità governative ed europee, i provvedimenti delle Autorità di controllo e le aziende virtuose che conseguono le certificazioni di Affidabilità.

Dopo audit specifico alle aziende che ne fanno richiesta, Assium rilascia l’Attestazione di Affidabilità, che certifica il comportamento etico, la trasparenza, la correttezza e la competenza del suo team e delle procedure. Inoltre, riconosce la certificazione con bollino registrato di “Azienda Affidabile” dopo valutazione di processi inerenti: formazione e certificazione della rete vendita, rispetto del codice di condotta commerciale, trasparenza delle offerte e delle fatture emesse, servizio di post vendita di qualità.

Assium ribadisce l’importanza dell’Utility Manager certificato. La figura, infatti, può portare innovazione nella programmazione e gestione dei budget utilities, in azienda e in famiglia. Si tratta di un professionista con il quale raggiungere gli obiettivi di sostenibilità economica ed ecologica, soprattutto in uno scenario così complesso.

Il presidente di Assium Federico Bevilacqua ha dichiarato: “Negli ultimi 30 mesi sono state circa 800mila le conciliazioni depositate presso le associazioni di consumatori. Oltre a questo il prezzo di elettricità e gas sono quintuplicati generando una situazione di estrema complessità per famiglie, società e utility manager. Entrare in Assium, significa affrontare in modo professionale questa complessità”.

Alle sue parole fanno eco quelle di Davide Bussini, Coordinatore tavolo di lavoro Uni norma 11782 del 2020 e Membro del consiglio direttivo Assium. “Sicuramente uno degli strumenti più concreti che Assium propone a società, agenzie e operatori sia del settore energetico che di quello di telefonia e connettività, è senza dubbio l’Attestazione di Affidabilità che certifica eticità, trasparenza e competenza nei vari ambiti aziendali quali la formazione e certificazione della rete vendita, il rispetto del codice di condotta commerciale, la trasparenza delle offerte e delle fatture emesse, e il servizio di post vendita di qualità“, ha sottolineato.

Contents.media
Ultima ora