×

Ora parte la rivolta degli ex vipponi contro Katia Ricciarelli

Il Gf Vip sempre più rovente per le frasi razzista della concorrente contro Lulù: ora parte la rivolta degli ex vipponi contro Katia Ricciarelli

Katia Ricciarelli e le sue frasi hanno fatto inalberare i "vipponi"

Gf Vip 6 sempre più rovente e carico di polemiche, ora parte anche la rivolta degli ex “vipponi” contro Katia Ricciarelli: le uscite e le frasi della concorrente contro Lulù Selassié e non solo indignano tutti, perciò sia nella casa che al di fuori tutti hanno sollevato un vespaio di malumori, tanto da spingere alcuni protagonisti a coalizzarsi nel nome della necessità di cacciare Katia dal programma

La rivolta dei già vipponi contro la Ricciarelli, ma neanche Signorini e produzione ne escono bene

E non è solo la Ricciarelli al centro delle polemiche; lo stesso conduttore Alfonso Signorini da molti è considerato assieme alla produzione troppo “silente” su un tema delicato e grave come il razzismo. Non è un caso che la puntata del 7 gennaio sia stata precipitosamente rimessa in palinsesto dopo un reset pre natalizio. 

Dopo la Trevisan contro la Ricciarelli parte la rivolta degli ex vipponi

Per ora stanno intervenendo alcuni ex “vipponi”, anche sulla falsariga dello sfogo di Miriana Trevisan che addirittura dopo l’episodio clou voleva chiamare il suo avvocato.

Clarissa Selassié e Patrizia Pellegrino vogliono organizzare una rivolta in diretta per la puntata del 7 gennaio, spalleggiate anche dal web che in questi giorni si è chiaramente schierato contro la Ricciarelli. In una diretta Instagram, la Pellegrino e la minore delle principesse etiopi hanno preannunciato la protesta: “Forse è il momento giusto per fare quello che ci chiedono in diretta. Avere la forza, la cazz*mma di andare al centro dello studio, di alzarci e di dire qualcosa”. 

Il post Instagram di Pellegrino contro la Ricciarelli e la rivolta dei vipponi che fa proseliti

E ancora: “Io lo posso fare perché sono un’attrice e quando sento che è il momento giusto di dire qualcosa lo faccio. So qual è il momento giusto per entrare e dire quello che penso. Facciamolo!”. Dal canto suo Clarissa si è detta “disgustata e ferita” da quanto accaduto ed alla protesta potrebbero unirsi anche Ainett Stephens e Samy

Contents.media
Ultima ora