×

Ortona, baby gang bullizzava coetanei: tre minorenni arrestati

I carabinieri di Ortona hanno beccato una baby gang nel comune in provincia di Chieti: tre adolescenti sono stati arrestati e uno denunciato.

Baby gang a Ortona, bullizzavano i coetanei e tentavano rapine: tre arresti

Atti di bullismo che andavano ormai avanti da un anno, molestie in città e altri atti di violenza nei confronti dei coetanei: questo è ciò che hanno scoperto i carabinieri della compagnia di Ortona, in provincia di Chieti, dove sono stati fermati dei minorenni che appartenevano ad una baby gang del posto.

Ortona, baby gang bullizzava i coetanei: tre arrestati e uno denunciato 

I quattro minori sono accusati di stalking, tentata rapina e lesioni personali aggravate nei confronti di molti loro coetani. I carabinieri della compagnia locale ne hanno arrestati tre in esecuzione dell’ordinanza delle misure cautelari e del collocamento in comunità emesse dal Gip presso il Tribunale per i minorenni di L’Aquila su richiesta della Procura per i minorenni.

Il quarto, invece, è stato denunciato.

Ortona, baby gang bullizzava i coetanei: le indagini

Già da maggio scorso le indagini dei carabinieri erano iniziate con l’obiettivo di fare chiarezza su una serie di interventi richiesti al 112 dai cittadini. Proprio questa collaborazione è stata di vitale importanza, in quanto gli abitanti del posto continuavano a segnalare questi atti di bullismo da parte di un gruppetto di adolescenti. Adolescenti tra l’altro noti sia ai residenti che ai carabinieri.

Infatti, i quattro ragazzini nel centro di Ortona con scuse futili aggredivano altri coetanei più deboli. Le vittime erano sempre due adolescenti, che sono stati chiamati in caserma con i loro genitori e lì hanno avuto il coraggio di verbalizzare ciò che subivano dalla baby gang. Così facendo è venuto a galla  che in diverse occasioni nel corso di circa un anno, i bulli, insieme o singolarmente, bullizzavano i loro coetanei oppure molestavano le persone per strada, ad esempio urinando in pubblico, e incutendo timore a coloro che provavano ad affrontarli.

Uno dei quattro al momento si trova in una comunità di recupero della provincia di Chieti, mentre gli altri due si trovano a casa loro.

Ortona, baby gang bullizzava i coetanei: il pestaggio di maggio scorso

Purtroppo molti atti di bullismo erano stati sempre segnalati, ma mai denunciati, forse per paura di ritorsioni. Tuttavia, si è comunque riusciuti a ricostruire la sera del 22 maggio scorso nella piazza degli Eroi Canadesi, quando tre dei quattro della gang, si sono accaniti contro un coetaneo. La vittima è stata presa a pugni e calci. Il motivo dell’aggressione? Il ragazzo era intervenuto in aiuto di un amico che aveva richiesto la restituzione della bicicletta, che gli era stata sottratta con la forza.

Il Gip nell’ordinanza che applica le misure cautelari ha detto che:

“Appare evidente la concorsualità tra gli stessi e l’effettiva appartenenza al gruppo con la consapevolezza di quanto commesso. Per cui si è reso necessario interrompere la loro azione criminosa con le incisive misure di custodia odierne poiché nessun comportamento autodeterminante poteva farne pensare la cessazione, in quanto le dinamiche ricostruite evidenziavano l’intento di imporre e conservare la reputazione del gruppo con l’imposizione di pretese agli altri giovani, che evidenzia, infine, la potenza del legame di gruppo tipica dell’età adolescenziale vincolata a quelle dettate dalle regole del branco”.

Contents.media
Ultima ora