×

Ospedale Nairobi: scoperti 12 bimbi morti in delle scatole

Scoperta shock in un ospedale pediatrico di Nairobi. Il governatore Mike Sonko ha trovato nella struttura tre scatole con dentro 12 bambini morti.

ospedale Nairobi

La sanità del Kenya sembra essere al collasso. Il governatore di Nairobi Mike Sonko ha ispezionato a sorpresa un ospedale pediatrico scoprendo i corpi senza vita di dodici bambini all’interno di alcune scatole. Nella struttura infatti non esiste una camera mortuaria.

Shock a Nairobi

“Oggi ho fatto una visita improvvisata al Pumwani Maternity Hospital dopo aver ricevuto lamentele per casi di lassismo presso la struttura. Ho immediatamente sospeso la dottoressa Catherine Mutinda e altri due medici, dopo aver scoperto 12 corpi di bambini morti in circostanze misteriose” rivela su Twitter il governatore di Nairobi (Kenya), Mike Sonko.

I corpicini senza vita dei bambini infatti sono stati trovati avvolti in una busta di plastica e nascosti in delle scatole. In base alle ricostruzioni dei media locali, Sonko avrebbe deciso di ispezionare l’ospedale dopo aver ricevuto un video che mostrava alcuni medici trasportare dei corpi attraverso i vari reparti.

Quando giunto presso la struttura, il governatore di Nairobi ha quindi immediatamente chiesto quanti bambini erano morti nell’ospedale. Quando gli hanno risposto che c’era stato solo un decesso, Sonko ha cominciato a discutere animatamente con i membri dello staff e dell’amministrazione per arrivare alla verità.

Effettuando una dettagliata perquisizione delle stanze e dei reparti, Mike Sonko ha individuato tre scatole sospette. Una volta aperte, l’orrore. In una di queste c’era il cadavere di un bambino, nelle altre due rispettivamente cinque e sei corpi. Sembra infatti che il Pumwani Maternity Hospital non abbia una camera mortuaria. Un medico al quotidiano online Standard ha raccontato che non è insolito quindi che i cadaveri siano messi in delle scatole in attesa di essere trasferiti.

Ciò non spiega però perché a Mike Sonko non gli era stato riferito subito di tutte quelle morti. E neanche perché un ostetrico-ginecologo che doveva essere in servizio non era presente durante l’ispezione a sorpresa.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche