×

Prezzo del gas in Europa, il costo prima vola poi ritraccia

Otto volante del gas, il prezzo prima vola poi ritraccia con un effetto "elastico" innescato dalle dichiarazioni di Putin in ordine al pagamento in rubli

In Europa il gas prima vola e poi "ritraccia"

Otto volante del gas, con il prezzo che prima vola all’apertura delle principali Borse ma poi ritraccia. Quel balzo iniziale con quotazioni record è stato innescato dalle dichiarazioni di Vladimir Putin in ordine al pagamento delle forniture in rubli, tuttavia in un secondo momento è arrivato il ritracciamento ed un calo di assestamento.

Ma cos’è il “ritracciamento”? In gergo finanziario è una inversione temporanea nella direzione del prezzo di una coppia valutaria e di solito indica una certa volatilità dei valori.

Effetto Putin ed otto volante del gas

Il dato crudo è che in sede di avvio degli scambi è letteralmente volato il prezzo del gas in Europa con la posizione di Vladimir Putin sul pagamento delle forniture in rubli. Il prezzo ha ritracciato con una certa costanza, tanto che ad Amsterdam il prezzo è sceso a 125 euro (-0,7%), dopo la fiammata a 132 euro.

Idem per il Regno Unito, dove a Londra le quotazioni si sono attestate a 292 penny al Mmbtu (-2,36%).

Borse in ripresa, si guarda alle materie prime

E le Borse? Quella di Milano ha aperto in positivo. Il primo indice Ftse Mib ha guadagna lo 0,13% a 25.054 punti. Assieme alla guerra in Ucraina ed in tandem consequenziale i fari degli investitori sono puntati sull’andamento dei prezzi delle materie.

In positivo anche Francoforte (+0,23%) e Parigi (+0,2%), mentre Londra (+0,01%) e Madrid (+0,43%) si sono tenute in plateau.

Contents.media
Ultima ora