×

Palermo, catechista morta travolta da un’auto: addio a Ghendy “l’angelo dei ragazzi”

Addio a Gandolfa Ilarda, catechista di 44 anni morta investita a Palermo: tantissimi coloro che ricordano il suo impegno nella parrocchia.

Catechista morta Palermo

Tragedia a Palermo, dove una catechista di 44 anni è morta dopo essere stata investita da un’auto: conosciuta dalla comunità come “Ghendy“, sono tantissime le persone che stanno piangendo della donna che da sempre si dedicava ai bimbi e ai giovanissimi nella parrocchia di Santa Teresa del Bambin Gesù di via Filippo Parlatore.

Catechista morta a Palermo

Gandolfa Ilarda, questo il nome della vittima, era infatti nota per il suo altruismo, la sua generosità e il suo impegno all’interno della parrocchia soprattutto nella catechesi delle persone disabili. L’Ufficio Diocesano per la Catechesi di Palermo la ricorda come una donna “pronta ad ascoltare e a cercare di apprendere sempre cose nuove, un vulcano di simpatia, sempre con il sorriso che era un suo tratto caratteristico“.

Catechista morta a Palermo: l’impegno nella parrocchia

Oltre alla catechesi, Gandolfa ha dedicato moltissimo tempo all’oratorio della parrocchia promuovendo e ideando nuovi progetti e attività rivolte ai bimbi. I ragazzi invece la ricorderanno per il suo ruolo da animatrice all’interno di Azione Cattolica.

Abbiamo la certezza che Ghendy è stata accolta dal Padre. Lei che ha dedicato la sua vita per annunciarlo con le parole, con l’atteggiamento, con il servizio adesso contempla l’amore per tutta l’eternità“, ha aggiunto l’Ufficio.

Sabato 22 maggio è programmata la Cresima di undicenni e dodicenni dell’Azione cattolica che Gandolfa ha seguito da quando erano bimbi di 6 anni.

Catechista morta a Palermo: l’incidente

L’incidente ha avuto luogo nella mattinata di lunedì 17 maggio in via Duca della Verdura. Intorno alle 10 la donna è stata investita e uccisa da un’auto mentre stava attraversando la strada all’incrocio con via Libertà. Secondo le prime informazioni l’auto stava viaggiando in direzione mare e il guidatore si è subito fermato dopo il tragico impatto.

Immediata la chiamata ai sanitari del 118, che purtroppo non hanno fare nulla se non constatare il decesso della donna. Troppo gravi infatti le ferite riportate durante lo schianto tali da non lasciarle scampo. Presenti sul posto anche le forze dell’ordine, che hanno transennato la zona e deviato il traffico per effettuare i rilievi necessari. Sulla dinamica del sinistro sta indagando la sezione infortunistica della polizia municipale.

Contents.media
Ultima ora