> > Palermo, madre dà in affitto il figlio di un anno e mezzo a un’altra donna...

Palermo, madre dà in affitto il figlio di un anno e mezzo a un’altra donna in cambio di 100 euro al mese

madre figlio in affitto

Una madre ha dato in affitto il figlio di un anno e mezzo a un’altra donna, ricevendo in cambio 100 euro al mese. È successo a Palermo.

Ha dell’assurdo quanto successo a Palermo dove una madre ha dato in affitto il figlio di 18 mesi a un’altra donna in cambio di 100 euro al mese.

Scoperto l’accaduto, le forze dell’ordine hanno tolto la patria potestà alla genitrice e hanno messo in sicurezza il bambino.

Palermo, madre dà in affitto il figlio di 18 mesi a un’altra donna in cambio di 100 euro al mese

Una madre ha dato in affitto il figlio di 18 mesi a un’altra donna, incontrata in una comunità per tossicodipendenti, ricevendo in cambio 100 euro al mese. La vicenda è stata scoperta dalle forze dell’ordine di Palermo che, dopo aver condotto un’indagine lampo sul caso, hanno affidato il bambino ai servizi sociali del Comune e tolto la potestà genitoriale alla madre biologica.

Per l’efficienza e la competenza dimostrata, gli agenti del commissariato Brancaccio sono stati premiati a Palazzo delle Aquile nella mattinata di venerdì 30 dicembre dal sindaco Roberto Lagalla.

Le indagini delle forze dell’ordine: i primi sospetti

I primi sospetti delle autorità palermitane sono emersi a seguito del ricovero presso l’ospedale Buccheri La Ferla della prima figlia della donna, una bimba di appena due anni e mezzo. Il padre della piccola paziente è rimasto accanto a lei per l’intera durata della sua permanenza nella struttura sanitaria mentre la madre chiedeva informazioni solo con qualche telefonata.

Un simile comportamento, giudicato sospetto, è stato segnalato alla polizia che ha avviato una serie di accertamenti.

Con il procedere delle verifiche, gli agenti del commissariato Brancaccio hanno scoperto, con l’aiuto dei servizi sociali, che la coppia aveva un secondo figlio di 18 mesi del quale non c’era traccia. Al culmine di svariati interrogatori e perquisizioni, le autorità hanno scoperto che la madre dei due bambini viveva in un paesino del Trapanese con un altro uomo mentre il bambino è stato ritrovato con un’altra donna in un appartamento situato in prossimità della stazione centrale, in buone condizioni di salute.

Figlio in affitto: la confessione della donna che pagava la madre biologica

Dopo in ritrovamento del bimbo di 18 mesi, è stata proprio la signora con la quale il piccolo si trovava a fare luce sull’accaduto. Alle forze dell’ordine, infatti, ha raccontato di aver pagato 100 euro al mese alla madre biologica del neonato per poterlo tenere con sé e godere dell’affetto del bambino per sopperire alla perdita della potestà genitoriale dei suoi figli.

Al momento, la procura ha aperto un fascicolo per abbandono di minore in attesa di definire altre eventuali ipotesi di reato. Intanto, il piccolo è stato affidato prima ai servizi sociali e poi a una comunità per minori situata a Palermo.