Paltrinieri: "Acque libere? Mi intrigano. Per ora focus in vasca"
Paltrinieri: “La 10km? Intrigante. Per ora focus in vasca”
Sport

Paltrinieri: “La 10km? Intrigante. Per ora focus in vasca”

Paltrinieri calma le acque, è ancora presto per parlare di nuoto di fondo. Per ora il focus è ancora tra le corsie.

Torna a parlare il campione Olimpico dei 1500, Gregorio Paltrinieri, dopo la trasferta a Glasgow. Anche lui ha contribuito a riempire il bottino azzurro nella spedizione scozzese. La nazionale Italiana ha disputato un campionato Europeo di alto livello, terminando con 22 medaglie totali, 6 ori, 5 argenti e 11 bronzi.

Un Greg “sottotono”

Senz’altro il pubblico italiano si aspettava un doppio oro da parte di Paltrinieri, negli 800 e nei 1500 metri, ma così non è stato. Greg ha concluso il suo campionato con un secondo posto nella distanza più breve e un terzo in quella più lunga. Tuttavia i suoi risultati non sono da criticare, anzi, ha dimostrato di essere un campione fino alla fine, poichè nonostante il virus che ha compromesso le sue condizioni fisiche, ha deciso di scendere in vasca e giocarsela fino all’ultima bracciata. In ogni caso, il fuoriclasse azzurro, si dimostra felice e fiero nel gruppo, che potrà dimostrare molto nella prossima spedizione iridata: “Agli Europei abbiamo dimostrato di avere una scuola e un vivaio fortissimi, certamente tra i migliori del Vecchio Continente.

Abbiamo piazzato almeno un finalista in quasi tutte le specialità. Beh, anni fa, quando soprattutto io e Detti abbiamo cominciato a vincere, non è che prendessimo molte medaglie, almeno nel maschile. La crescita è partita da lì. Credo che sia importante che una squadra sia unita e poi un successo tira l’altro. Arrivare a un Mondiale o a un’Olimpiade con uno stato d’animo negativo non aiuta, avere degli esempi e capire che è possibile competere a certi livelli dà molto morale”

Acque libere intriganti

Non è la prima volta che il nome di Gregorio Paltrinieri venga associato alle acque libere. Spesso ha affermato di volersi avvicinare a questo mondo e lo scorso anno, mentre si allenava in Australia, ha disputato la sua prima gara, centrando un quinto posto, a Doha. Il prossimo week end, tornerà in acqua, ma non in quella della piscina, perchè disputerà la 10 km in Cina, in occasione della penultima tappa delle World Series.

Un futuro da fondista? Greg per ora calma le acque, sottolineando quanto la sua mente sia ancora orientata nel nuoto tra le corsie. ” Voglio precisare che il nuoto in vasca resta la mia priorità ma questa esperienza del fondo è intrigante. Mi diverte e le prime gare sono state incoraggianti. Poi gli obiettivi sono già stabiliti: Mondiali 2019 e Olimpiadi 2020″. La stagione è quasi ripartita e in attesa del Mondiale in vasca corta, Greg si diverte ancora macinando kilometri.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche