Paralimpiadi 2016 in cifre: atleti, sport e bilanci
Paralimpiadi 2016 in cifre: atleti, sport e bilanci
Sport

Paralimpiadi 2016 in cifre: atleti, sport e bilanci

Paralimpiadi 2016 in cifre: atleti, sport e bilanci
Paralimpiadi 2016 in cifre: atleti, sport e bilanci

Poco più di due settimane dopo la fine dei Giochi Olimpici di Rio, la XV edizione delle Paralimpiadi apre per dodici giorni, da mercoledì 7 settembre, nella metropoli brasiliana.

In totale, 4.300 atleti sono attesi a Rio. Si aggiudicheranno le 2642 medaglie, di cui 528 medaglie d’oro. Tutte avranno un dispositivo d’acciaio che emetterà un suono decrescente dall’oro al bronzo, in modo che i non vedenti siano in grado di riconoscerle; hanno anche una scritta in Braille, scrittura per i non vedenti.

In programma: atletica, canottaggio, basket in carrozzina, bocce, canoa, ciclismo (strada e pista), scherma in carrozzina, equitazione, calcio a 5 e 7, goalball, sollevamento pesi, judo, nuoto, rugby in carrozzina, tennis da tavolo, sedia tennis, tiro con l’arco, tiro sportivo, triathlon, vela, pallavolo da seduti. Tra questi sport, alcuni sono meno popolari di altri.

Il Cécifoot (o calcio a 5) è giocato da atleti ipovedenti o non vedenti con una sfera contenente delle campanelle, mentre il calcio a 7 è giocato da disabili con incapacità motorie.

Nel Goalball, gli sportivi ipovedenti devono segnare con le mani, gli avversari usano tutto il loro corpo per proteggere i fili. La Boccia è, dal canto suo, uno sport molto simile alla pétanque.

La Francia è rappresentata in 17 dei 22 sport di questi Giochi. Tra i 126 atleti francesi, figurano alcuni grandi nomi della carrozzina, come il portabandiera della delegazione, il tennista in carrozzina Michael Jeremiasz, vincitore di 4 medaglie al paralimpico (2004, 2008 e 2012). Troveremo anche il saltatore in lungo Arnaud Assoumani, nato senza l’avambraccio sinistro e diventato campione della sua categoria a Pechino nel 2008, e Marie – Amélie Le Fur, gamba sinistra amputata, che tenterà di allargare il suo record (cinque medaglie fino ad ora) nelle prove dei 100m, 200m, 400m e salto in lungo.

Gli atleti russi non potranno partecipare alle Paralimpiadi. Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha annunciato il 7 agosto di aver sospeso il Comitato Paralimpico russo, in seguito allo scandalo doping di Stato, portato alla luce negli ultimi mesi.

Prendendo la decisione di sospendere tutti gli atleti russi dalla competizione, l’ IPC si è mostrato più severo rispetto al Comitato Olimpico Internazionale (CIO), che, infatti, aveva rifiutato di escludere in blocco gli atleti russi dalle Olimpiadi di Rio.

La maggior parte dei posti vacanti, provocati dall’esclusione degli atleti russi dalle paralimpiadi, sono stati ridistribuiti a tutte le altre delegazioni.

Un lanciatore di disco iraniano e un nuotatore siriano formeranno tra di loro la prima squadra di profughi della storia dei paralimpici. Questo è stato anche il caso nel corso degli ultimi Giochi Olimpici, dove dieci atleti indipendenti avevano rappresentato i rifugiati.

Lunedì gli organizzatori hanno annunciato di aver venduto 1,5 milioni di biglietti su un totale di 2,5 milioni e sperano di superare di molto i 2 milioni. Se il Comitato paralimpico riesce a vendere più di 1,8 milioni di biglietti, supererà 1,7 milioni venduti a Pechino nel 2008. Esso rischia tuttavia di restare lontano dal record di Londra (2,1 milioni di biglietti venduti).

È l’estensione offerta dal Brasile al budget dei Giochi. La mancanza di denaro minaccia la partecipazione dei paesi più poveri: la città di Rio ha offerto di pagare 150 milioni di reais (42,4 milioni di euro) e il governo brasiliano ha offerto 100 milioni di reais (27,4 milioni di euro) supplementari.

Per compensare le spese impreviste durante i Giochi, il Cio aveva infatti scavato nel budget complessivo di Rio 2016. I ricavi non sono riusciti a colmare il deficit, soprattutto a causa delle vendite deboli di biglietti per le Paralimpiadi e la mancanza di sponsor. Grandi somme, ma insufficienti per il presidente del comitato organizzatore, che ha denunciato “una situazione inedita” e annunciato tagli al bilancio. Risultato: cerimonie di apertura e chiusura più modeste; servizi di trasporto ridotti o strutture comuni messe a disposizione per ridurre i costi operativi.

Per la prima volta nella storia dei Giochi Paralimpici, France Télévisions trasmetterà su France 2 e France 4 quasi un centinaio di ore di gara in diretta. La cerimonia di apertura avrà inizio venerdì 7 settembre alle 22:40, e andrà in onda su France 2.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche