×

Parigi, ex agente di top models trovato morto in cella: era un complice di Epstein

Jean-Luc Brunel, ex agente di top model, è stato trovato morto nella sua cella di prigione a Parigi, impiccato: era accusato di stupro.

suicidio parigi

Jean-Luc Brunel, ex agente di top model, è stato trovato morto nella sua cella di prigione a Parigi, impiccato: era accusato di stupro.

Ex agente di moda suicida in prigione

Jean-Luc Brunel, ex agente di modelle francese, è stato rinvenuto impiccato e privo di vita nella sua cella della prigione de La Santé, a Parigi.

L’uomo, di 75 anni, era molto vicino al miliardario Jeffrey Epstein, con il quale ha fondato la celebre agenzia Mc2 Models Management negli Stati Uniti, oltre ad essere patron di Karin Models, istituita in Francia nel 1978. 

Le accuse a carico di Jean-Luc Brunel

Brunel si trovava in carcere a causa di diverse accuse di stupro nei confronti di minorenni, oltre che per aver procurato giovani vittime allo stesso Epstein.

L’ex scout di giovani modelle era apparso nelle prime inchieste Epstein già tra il 2007 e il 2008, salvo poi scomparire dai radar fino al 2019.

Nell’inchiesta è accusato di essere stato l’adescatore di giovani donne, spesso minorenni, per i festini sessuali di Epstein: attirava donne comuni, alle quali prometteva una rapida carriera da modelle, facendole invece entrare nel famigerato giro di sfruttamento sessuale.

Fra le accusatrici di Brunel c’è anche Virginia Giuffre, con la quale di recente il principe Andrea ha raggiunto un accordo finanziario che gli ha evitato un processo.

La donna afferma di essere stata obbligata ad avere rapporti sessuali con l’agente francese.

Contents.media
Ultima ora