×

Parigi, il ricordo dei francesi a sei anni dagli attentati del novembre 2015

Un ricordo tristemente indelebile nei cuori del popolo francese. Parigi si prepara a commemorare le vittime degli attentati del 13 novembre 2015

Il Bataclan, uno dei luoghi degli attentati

Oggi per la Francia e per la sua capitale, Parigi, è una giornata intrisa di tristezza, di lutto. Il 13 novembre è diventato ormai il giorno commemorativo per le vittime degli attentati di 6 anni fa.

Dopo un anno di chiusure, Parigi torna a commemorare le vittime degli attentati del 2015

L’usanza prevede l’incontro delle famiglie delle vittime e delle istituzioni parigine e francesi intorno ai luoghi in cui sono avvenuti i vili attentati alla vita di persone innocenti, che stavano passando una serata in tutta tranquillità. A causa della pandemia di coronavirus, tale commemorazione non è potuta avvenire nel 2020, ma si è ridotta solo ai parenti più stretti.

Come si svolgerà la commemorazione delle vittime degli attentati a Parigi

Oggi invece, che sembra essere tutto più tranquillo, la cerimonia si svolgerà regolarmente sempre rispettando le norme anti Covid. Oltre ai parenti, agli amici delle vittime o a chiunque voglia prendere parte a tale commemorazione, sono attesi anche il sindaco di Parigi Anne Hidalgo ed il premier francese Jean Castex.

Gli attentati del 2015 che hanno scosso la città di Parigi e la Francia intera

Gli attentati a cui si fa riferimento sono quelli avvenuti nella notte del 13 novembre 2015.

Un commando armato dell’ISIS attaccò un settore dello Stade de France, costringendo l’evacuazione immediata della struttura e la sospensione della partita in corso. Ma l’attacco più grave fu quello al Bataclan, in cui furono massacrate tutte le persone che stavano assistendo ad un concerto, lasciando pochi superstiti. L’ISIS quella notte uccise 130 persone e ne ferì più di 350, sparando senza pietà ed in maniera casuale a persone innocenti.

Contents.media
Ultima ora