Partiti i sei mesi di cantiere in Piazza Verdi - Notizie.it
Partiti i sei mesi di cantiere in Piazza Verdi
Bologna

Partiti i sei mesi di cantiere in Piazza Verdi


APRONO i cantieri in via Zamboni e iniziano le polemiche. Ieri mattina sono, infatti, partiti i lavori di rifacimento di piazza Verdi, sei mesi per ripristinare la ripavimentazione. Strada chiusa al traffico e vigili che convogliavano le auto su via Petroni o su via de’ Castagnoli. Il progetto di pedonalizzazione proseguirà prima davanti al Teatro comunale, poi davanti a San Giacomo.

Il locale La Scuderia, che si affaccia sulla piazza, sarà direttamente toccato dai lavori, e il nervosismo del titolare, Renato Lideo, lo dimostra: «La situazione è drammatica. Hanno deciso, com’è giusto che sia, la ristrutturazione necessaria della zona, ma in un periodo sbagliato, cioè in primavera ed in estate. Poi – aggiunge – scopro ora che vogliono chiudere del tutto l’unica via d’accesso al locale, che sarà sotto il portico all’incrocio con via dei Bibiena, lasciando solo un metro di spazio per l’ingresso. Ma dovevano dirmelo prima — conclude —. Così sono obbligato a chiudere».

SCENDENDO lungo via Zamboni però le voci dei negozianti cambiano; non sono infatti direttamente coinvolti nei lavori di questi mesi, ma in futuro la strada su cui si affacciano verrà pedonalizzata.

Loris Bonora, titolare del Caffè del Museo, ha da poco aperto la sua attività: «Se il lavoro viene fatto bene, con un senso e un progetto, allora potrà servire. Secondo me per un esercizio commerciale è meglio una via pedonalizzata, e comunque qui non c’è molto traffico».

Per Esaù Gigli, che passeggia lungo la via, «se si tratta di un miglioramento sono favorevole. Pedonalizzare può contribuire a mantenere l’ordine e la pulizia, anche attraverso il contributo delle forze di polizia. Sarebbe bello trasformare la piazzetta in un luogo più accogliente, anche se non sarà facile». Di parere opposto Anna Maria Puglisi, la quale afferma che «via Zamboni è una strada che deve essere vissuta; preferisco quindi il movimento e il traffico che dà anche più sicurezza».

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*