> > Passanti trovano un cadavere che galleggia in acqua: 69enne caduto in bici

Passanti trovano un cadavere che galleggia in acqua: 69enne caduto in bici

A scoprire il corpo in acqua una pattuglia delle GdF

Orrore su un pontile quando alcuni passanti trovano un cadavere che galleggia in acqua: il 69enne vittima di quella terribile morte caduto in bici

In Sardegna alcuni passanti trovano un cadavere che galleggia in acqua: 69enne caduto in bici.

Antonio Usai forse vittima di un incidente durante la sua passeggiata sul lungomare di Olbia. Ad indagare la Guardia di Finanza una cui pattuglia era sul lungomare al momento del ritrovamento e l’ipotesi più accreditata è quella della caduta fatale ed accidentale dalla bici

Trovano un cadavere che galleggia in acqua 

Il ritrovamento è avvenuto nelle prime ore del mattino di oggi, 2 dicembre, nelle acque davanti al lungomare via Redipuglia a Olbia.

Il corpo di Usai, che abitava in zona. Sarebbe stato scoperto “per caso quando altri passanti in zona hanno scorto il cadavere che galleggiava sull’acqua” e allertato le forze dell’ordine. 

Le urla e la pattuglia delle Fiamme Gialle

In quel momento stava transitando una pattuglia della unità cinofila della  Guardia di Finanza, impegnata in controlli del territorio: i militari delle Fiamme Gialle sono stati allertati anche dalle urla di una donna.

Sul posto sono giunti poi anche Carabinieri e la Guardia costiera. Un natante ha provveduto al recupero della salma dalle acque ed al trasporto in obitorio con il nulla osta della magistratura. Non ci sono informazioni in ordine ad una eventuale autopsia ma s sta indagando per asseverare l’ipotesi più probabile: quella cioè per cui Antonio possa aver avuto un malore e sia caduto in mare mentre transitava su una passerella di legno.