Pasticceria per cani apre a Brescia: tra i dolci tipici il "canettone"
Pasticceria per cani apre a Brescia: tra i dolci tipici il “canettone”
Animali

Pasticceria per cani apre a Brescia: tra i dolci tipici il “canettone”

pasticceria per cani

Manca pochissimo all'inaugurazione della pasticceria per cani Doggye Bag, a Brescia. Diverse le prelibatezze destinate ai nostri amici a quattro zampe.

A Brescia sta per aprire una vera e propria pasticceria per cani. L’inaugurazione ufficiale avverrà il 25 novembre, ma già adesso si possono ammirare in vetrina alcune prelibatezze destinate ai palati fini dei nostri amici scodinzolanti a quattro zampe. Sono molte le persone curiose che si fermano di fronte al negozio incuriositi. Tuttavia, l’iniziativa un po’ diviso l’opinione pubblica. I contrari parlano mancanza di rispetto verso le famiglie in crisi.

Pasticceria per cani Brescia

Aria di grandi novità a Brescia. In via Zanardelli sta per aprire un negozio molto particolare. Si chiama Doggye Bag, e si tratta di una pasticceria per cani. I prodotti sfornati sono tutti rigorosamente artigianali, ed hanno nomi come il canettone, candoro, can di stelle, can-candy e can-chock. Queste sono solo alcune delle specialità, pensate proprio per far passare un gustoso Natale anche ai nostri cani.

Il progetto è nato seguendo una precisa filosofia, che si può leggere sul sito: “La pasticceria per cani ‘Doggye Bag’ nasce dall’assoluta convinzione che nell’immediato futuro i nostri amici a 4 zampe diventeranno, a tutti gli effetti, membri ufficiali delle nostre famiglie, cui verranno riconosciuti diritti fondamentali ad oggi sconosciuti tra i quali la possibilità di alimentarsi, finalmente, in maniera sana”.

Una sorta di rivoluzione in tal senso è avvenuta a Roma, quando ad una dipendente de La Sapienza è stato concesso un permesso di lavoro per poter curare il proprio cane.

pasticceria per cani

Pasticceria per cani polemiche

Tuttavia, non sono mancate le polemiche riguardo all’apertura di Doggye Bag, la pasticceria per cani di Brescia. Si sono creati due fronti opposti. Coloro che si oppongono al negozio, portano come argomentazione lo spreco, che rappresenta un’offesa per le famiglie in crisi. Inoltre viene anche messo in evidenza che i dolci fanno male ai cani, e che comunque gli animali non sentono l’esigenza di essere sfamati con prodotti di questo genere. Poi si accusano anche i padroni dei cani, rei di aver umanizzato troppo i propri animali da compagnia. Questi amici pelosi verrebbero persino preferiti ai bambini.

canettone candoro

Sull’altro lato della disputa, invece, c’è chi invece definisce l’iniziativa come simpatica, e in ogni caso sottolinea che si tratta di una nuova attività economica nel centro storico bresciano, che porta benessere e positività all’intera comunità.

Poi, replicando alle critiche sullo spreco di soldi, i sostenitori di Doggye Bag evidenziano il paragone con tutti gli altri beni costosi, affermando che una torta per cani non è certo più cara o dannosa verso l’ambiente di un’auto.

Il consigliere regionale PD Gianantonio Girelli ha scritto su Facebook: “Inutile scandalizzarsi per l’apertura di una pasticceria per cani in città. Ognuno é libero di intraprendere l’attività imprenditoriale che pensa possa aver successo. Quello che mi fa pensare, è un po’ mi scandalizza, é il modello sociale che abbiamo costruito, dove gli animali rischiano di diventare più importanti delle “altre” persone. Amo gli animali, credo che farlo sia anche rispettarne la natura, senza costringerli a scimiottare l’uomo, coinvolgendoli in grottesche manifestazioni di “ostentazione” d’amore”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche