×

Patriot: streaming, trama e cast

Tutto quello che avete desiderato sapere sulla serie Patriot, prodotta da Amazon Studios per Amazon Video, e non hai mai osato chiedere.

Patriot

Patriot: introduzione

Creata da Steve Conrad – già sceneggiatore di successo per il cinema, tra i cui La ricerca della felicità di Gabriele MuccinoPatriot è una serie televisiva prodotta da Amazon Studios per Amazon Video. L’episodio pilota della serie andò in onda il 5 novembre del 2015, ma per attendere la realizzazione e la successiva messa in onda dei primi 10 episodi della prima stagione è stato necessario attendere più di un anno: sul canale di streaming video online, la serie è stata resa disponibile dallo scorso 24 febbraio, dopo una presentazione in pompa magna addirittura in uno dei templi del cinema d’autore, la Berlinale. La serie è un mix di temi appartenenti alla sfera della politica internazionale, in particolare quelli che attengono alle ricorrenti crisi mediorientali – nel mirino, in questo caso, c’è l’Iran e l’incubo del nucleare che di tanto in tanto i governanti di tale paese evocano, soprattutto in territorio statunitense -, un po’ sulla falsariga del successo di Homeland, e umorismo.

E se proprio la serie con Claire Danes è stata eletta da Barack Obama come una delle sue preferite (a pari merito con House of Cards, a dire il vero), chissà che Patriot, forte di un approccio tematico leggermente più reazionario e conservatore, non possa entrare nelle grazie di Donald Trump; d’altronde, parliamo pur sempre di uno che si intende di entertainment almeno quanto si intende di politica (se non di più, direbbero i maligni).

Patriot: trama, personaggi e anticipazioni

Il primo segreto del successo – in realtà ancora in costruzione, ma a poco più di due mesi dalla sua distribuzione online le premesse possono essere considerate più che incoraggianti – di Patriot risiede nel mix di temi a sfondo politico e un umorismo caustico quasi da stand up comedian.

Al centro della narrazione c’è l’agente dell’intelligence americana John Tavner, il quale, pur affetto da disturbo post-traumatico da stress, è costretto ad agire sotto copertura per indagare sul proliferare del nucleare in Iran. Per fare ciò, si deve fingere un dipendente di una società produttrice di tubi industriali – come quelli che convogliano il petrolio o il gas -, e soprattutto rinunciare a qualsiasi tipo di rete di sicurezza (contatti diretti con altri agenti, porti sicuri, vie di fuga prestabilite, informatori).

Luoghi di ripresa e colonna sonora

L’azienda dove lavora John Tavner sotto copertura ha sede a Milwakee nel Wisconsin, e le riprese di tale setting sono state effettuate in loco. Tra le altre location indicate nei siti ufficiali della serie e su altri portali affidabili come IMDB, troviamo Praga, in Repubblica Ceka (per simulare un’ambientazione in Lussemburgo) e Chicago.

Per quanto riguarda la colonna sonora, la grande sorpresa è quella di trovare ancora una volta il nome di Steve Conrad come autore delle musiche. Ebbene sì, lo stesso creatore e showrunner della serie è anche l’autore del commento musicale della stessa; una prassi più unica che rara, che rimanda a certo cinema in cui i registi tendono ad assumere una posizione autarchica rispetto al lavoro su e intorno a un set; elemento, quest’ultimo, ben poco replicabile sul modello della serialità televisiva. Per sostenere il suo lavoro, Amazon ha ingaggiato il veterano compositore Alex Wurman, già da anni molto attivo sia al cinema (La marcia dei pinguini di Luc Jacquet, Anchorman di Adam McKay) che in televisione (The Newsroom fra gli altri), probabilmente con il compito di dare una veste professionale al lavoro di Conrad.

Trailer della serie

Il trailer di Patriot è stato concepito per mettere in risalto i toni tragicomici in cui è immerso il protagonista. Si intuisce subito che il paradosso è una delle cifre narrative e stilistiche della serie. Inoltre, da alcune inquadrature si capisce come i registi abbiano puntato, a livello di linguaggio e stilistico, su una commistione tra stile hollywoodiano, fatto di montaggio frenetico e ricerca di un’immediata intelligibilità delle immagini, e uno più europeo, fatto di lunghe inquadrature fisse e frontali e momenti di silenzio quasi contemplativo. Non sfugge, infine, il fatto che il personaggio principale John Tavner sia realmente centrale, quasi egemonico, all’interno della struttura narrativa.

Patriot: il cast completo

Parlavamo di John Tavner, il main character di Patriot, e di quanto sia centrale nella narrazione. Ebbene, per rendere al meglio lo stralunato senso di disorientamento di tale personaggio, calato in una realtà – oltre che in una identità – parallela e a costante rischio di schizofrenia, è stato chiamato il trentaseienne attore neozelandese Michael Dorman, conosciuto soprattutto per la serie australiana The Secret Life of Us, ma interprete anche del celebrato horror fantascientifico – sempre di produzione AussieDaybreakers, per la regia di Michael e Peter Spierig; tra gli altri suoi lavori, citiamo anche The Water Diviner, debutto dietro la macchina da presa dell’attore Russell Crowe. Accanto a Dorman, recitano due veterani: Terry O’Quinn, che dopo una lunga gavetta come caratterista ha trovato la parte della sua vita grazie al John Locke della serie Lost; e Kurtwood Smith, già spietato villain di Robocop di Paul Verhoeven e interprete di decine di film e serie televisive. Il resto del cast è composto da volti più o meno ricorrenti nel cinema e nella TV statunitensi, più famosi per i loro volti che per i nomi: dicono niente, ad esempio, quelli di Kathleen Munroe, Aliette Opheim, Chris Conrad, Julian Richings, Mark Boone Junior, Gil Bellows, Marcus Toji, Tony Fitzpatrick, Sylvie Sadarnac e Charlotte Arnold?

Chi è il regista?

È lo stesso autore e showrunner principale a essersi assunto la responsabilità della regia della maggior parte degli episodi della prima stagione di Patriot: credits alla mano, sei episodi su dieci portano la firma di Steve Conrad. Gli altri registi coinvolti nelle riprese sono: Ted Griffin (episodio 5), Tucker Gates (episodio 6), Michael Trim (episodio 7) e Jim Whitaker (episodio 8).

Come vederlo in streaming

Per quanto riguarda lo streaming, a proposito di Patriot, e in generale di tutti i contenuti audiovisivi di Amazon Video, dobbiamo ribadire ciò che abbiamo detto a più riprese in merito ai prodotti Netflix. Ovvero che quando si ha a che fare con prodotti audiovisivi appartenenti a piattaforme di streaming online, che mettono a disposizione i loro contenuti tutti in un’unica soluzione – senza cioè scaglionarne la messa in onda con cadenze fisse, come fanno i canali televisivi tradizionali -, l’unico streaming consentito è quello della piattaforma medesima. Di conseguenza, tutte le altre fonti di streaming, che pure esistono e in numero non trascurabile, sono illegali e dunque non consigliate.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche