Paura ai Mondiali: taxi investe pedoni tra la folla
Paura ai Mondiali: taxi investe pedoni tra la folla
Esteri

Paura ai Mondiali: taxi investe pedoni tra la folla

taxi folla
taxi folla

Il taxi ha ferito otto persone, l'autista ha perso il controllo del mezzo. Lo riferisco i media russi.

Attimi di vero terrore nella città dei Mondiali: un taxi ha investito diverse persone arrivate nella città russa per assistere alle partite in programma in Russia. Nel pomeriggio del 16 giugno, un taxi ha colpito un gruppo di pedoni nel cuore della capitale Mosca. La notizia è stata riferita dall’agenzia di stampa russa TSAA. Otto persone sono rimaste ferite, secondo l’Indipendent. Nessuna di loro sarebbe in pericolo di vita. Il Daily Mail scrive che tre messicani, due russi e un ucraino sarebbero ricoverati in ospedale. Notizia confermata dai media russi, secondo cui tra le vittime dell’incidente ci sarebbero tifosi della nazionale del Messico che domani giocherà contro la Germania. Il sito web dell’Express ricorda che la fonte dell’informazione, circa la presenza di feriti, è uno dei soccorritori, presenti sul posto insieme alle forze dell’ordine.

Aggiornamento

L’autista del taxi che ha investito otto pedoni avrebbe perso il controllo del veicolo: questa era la prima ipotesi circolata dopo l’incidente.

Un video, registrato dalle telecamere di sicurezza, mostra però il mezzo spinto ad alta velocità contro i passanti, con un’accelerazione veloce e improvvisa. L’autista è sceso dalla macchina e ha tentato di scappare. E’ stato arrestato e avrebbe detto alla polizia di aver avuto un colpo di sonno, riferisce l’agenzia russa Interfax.

taxi mosca

La causa dell’incidente

L’autista del taxi è stato fermato dalla polizia. L’uomo, la cui licenza è stata rilasciata in Kirghizistan (Asia centrale), avrebbe perso il controllo del veicolo, causando l’incidente. Pare sia esclusa l’ipotesi di un attentato terroristico, anche a opera di un cosiddetto ‘lupo solitario’. Secondo le autorità russe l’autista non ha intenzionalmente portato la macchina contro i pedoni presenti. Il sito web dell’Express ha riportato la testimonianza di una persona presente durante l’incidente, la quale sostiene che il tassista abbia cercato di scappare; è stato però fermato dalla gente nei paraggi e poi arrestato dalla polizia.

Sempre la testata britannica riferisce che l’uomo sarebbe stato ubriaco e che, per tale ragione, avrebbe perso il controllo del veicolo. Il testimone oculare citato non ha notato se l’autista fosse sotto effetto di alcolici e, d’altra parte, non sono ancora note ufficialmente le cause dell’incidente. Il sinistro si è svolto nella centrale via Ilinka, a circa duecento metri dalla Piazza Rossa; la strada è stata presidiata dalle forze dell’ordine ma ora risulta riaperta al traffico. Eventuali aggiornamenti seguiranno.

La Russia è un paese chiave negli equilibri geopolitici mondiali. L’aumento della sua influenza nelle relazioni internazionali ha vantaggi e svantaggi: il paese è stato oggetto di attentati terroristici negli ultimi anni. I Mondiali di Calcio, inaugurati il 14 giugno, sono in un certo senso una vetrina; questo giustifica le imponenti misure di sicurezza prese dalle autorità, a beneficio di chi assiste alle partite e della reputazione della Russia. Le città in cui si giocheranno i match sono undici: Kaliningrad, San Pietroburgo, Mosca, Nizhny Novgodorod, Kazan, Saransk, Samara, Ekaterinburg, Volgograd, Rostov e Sochi.

L’esercito e i servizi segreti sono in costante allerta, così come le 14.500 guardie di sicurezza, riferisce Il Giornale. Sono stati rafforzati i controlli a porti e aeroporti e le città citate sono sottoposte a estese no fly zone.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche