×

Pavia, forti malori intestinali dopo le partite allo stadio: la causa potrebbe essere l’acqua

L'acqua contaminata potrebbe essere la causa dei malori intestinali che hanno colpito giocatori e spettatori allo stadio di Pavia.

Stadio Pietro Fortunati

Due partite allo stadio, a Pavia, si trasformano in un incubo per giocatori e spettatori. A distanza di massimo 2 giorni, quasi tutti, hanno accusato dei forti dolori gastrointestinali, tra cui vomito e diarrea. Alcuni hanno anche avuto la febbre.

Pavia, l’acqua potrebbe aver causato malori intestinali ad alcune persone che sono state allo stadio

Non è ancora nota la causa dietro a quest’ondata di gastroenteriti e febbre. La pista principale che si sta seguendo è quella della probabile contaminazione dell’acqua dello stadio Pietro Fortunati di Pavia. Si esclude la possibilità che possa trattarsi di un contagio tra persone. Ad essere colpiti sono stati sia i tifosi che i calciatori di squadre maschili e femminili.

La segnalazione all’assessore dello sport è arrivata da parte di un dirigente sportivo.

Si attendono i risultati delle analisi

L’Azienda di tutela della salute (Ats), come riporta Today, ha avviato gli accertamenti sugli impianti idrici dell’impianto sportivo comunale. L’assessore allo sport ha dichiarato che lo stadio rimarrà aperto e si potrà utilizzare ad una condizione: non utilizzare le docce negli spogliatoi. Il responso medico relativo ai malori gastrointestinali non è ancora pervenuto all’Ats e al Comune di Pavia.

Si attendono infatti, con pazienza, gli esiti delle esami svolti sui pazienti che sono stati male dopo essere stati allo stadio.

Contents.media
Ultima ora