> > Pd: Bentivogli, 'malato grave e in liquidazione, il Comitato un presepe ...

Pd: Bentivogli, 'malato grave e in liquidazione, il Comitato un presepe che discute da cabaret'

default featured image 3 1200x900

Roma, 7 dic (Adnkronos) - "Un punto di partenza aperto per sottrarsi allo schiacciamento in corso su candidati, perchè i nomi devono arrivare dopo le idee. Un sforzo di fare sintesi tra idee e personalità diverse". Lo ha detto Marco Bentivogli illustrando il documento 'U...

Roma, 7 dic (Adnkronos) – "Un punto di partenza aperto per sottrarsi allo schiacciamento in corso su candidati, perchè i nomi devono arrivare dopo le idee.

Un sforzo di fare sintesi tra idee e personalità diverse". Lo ha detto Marco Bentivogli illustrando il documento 'Un nuovo inizio, laburista. Verso il congresso del Partito democratico' sottoscritto, tra gli altri, da Filippo Barberis, Stefano Ceccanti, Maurizio Del Conte, Giorgio Gori, Pietro Ichino, Marco Leonardi, Valeria Mancinelli, Enrico Morando, Umberto Ranieri, Tommaso Nanninicini, Carlo Salvemini, Giorgio Tonini, Silvia Zanella.

"Il Pd è ammalato della peggiore delle malattie, il potere senza avere i voti, e si trova nella peggiore delle situazioni tra quelle immaginabili: la segreteria in dimissioni differite e il patto di sindacato che si riarticola sul pezzettino potere ancora disponibile e in una gestione liquidatoria del Pd", ha spiegato Bentivogli.

"Sarebbe necessaria una presa d'atto e la capacità di fare un passo indietro", perchè "gran parte degli errori commessi dipendono dalla segreteria nazionale e dal segretario".

Per esempio, ha proseguito, "la scelta degli 87 saggi nominati da Letta che rottamano i 45 del 2007 nominati da Prodi. Se non fosse grave sarebbe ridicolo, una discussione da cabaret tra bolscevichi e menscevichi". Il "Comitato è un presepe anni '80: le donne, i giovani, i sindacati, i cattolici.

Una idea che viene dalla parte peggiore del Pci, un distacco degli elementi vitali del Paese, falsamente inclusiva di quello che c'è al di fuori del Pd", ha proseguito Bentivogli.

(Adnkronos) – Per l'ex sindacalista, "oggi il messaggio che arriva non è cambiate la Carta dei valori ma cambiate il gruppo dirigente, radicalmente. Invece è quello che non sembra si voglia fare".

Per Bentivogli, "c'è una emergenza di credibilità del gruppo dirigente" e "un serio rischio di deriva francese per il Pd, che si condanni nell'irrilevanza.

Serve il coraggio di guardare alla realtà" e "il laburismo è una scusa per parlare di idee e per dare, nelle idee, priorità al lavoro".