> > Pd: Gori, 'non tocchiamo la Carta, se viene stravolta è legittimo...

Pd: Gori, 'non tocchiamo la Carta, se viene stravolta è legittimo togliere il disturbo'

default featured image 3 1200x900

Roma, 5 dic (Adnkronos) - "Teniamo la Carta dei valori così come l'abbiamo scritta, niente stravolgimenti, qualche cambiamento, e facciamo il Congresso. Se vince la Schlein non lascerò il partito, perché il contesto sarà lo stesso. Se invece sarà stravolt...

Roma, 5 dic (Adnkronos) – "Teniamo la Carta dei valori così come l'abbiamo scritta, niente stravolgimenti, qualche cambiamento, e facciamo il Congresso.

Se vince la Schlein non lascerò il partito, perché il contesto sarà lo stesso. Se invece sarà stravolto sarò libero di dire che faccio un'altra cosa, non è una scissione, riconsegno la tessera. Se non mi riconosco più nel partito per cui ho fatto tanto è legittimo togliere il disturbo". Lo ha detto Giorgio Gori a 'Omnibus', su La7.

"Io ho detto una cosa diversa dalla scissione. Ho detto che è in corso, lo abbiamo visto nella prima riunione del Comitatone, il tentativo di cambiare i fondamenti del Pd.

Se verrano stravolti lascerò il Pd, sarà diventato un'altra cosa. Viceversa, Schlein o no, Bonaccini o no, continuerò a restare nel partito", ha spiegato il sindaco di Bergamo.

"Quando si scatena una battaglia per espungere, lo ha detto Speranza, il neo liberismo nel Pd si pone in discussione una delle cose molto qualificanti della Carta dai valori, che non è stata scritta dai finanzieri di Wall street ma intellettuali e politici tra cui Scoppola, Salvati, Mattarella, Violante -ha aggiunto Gori-.

Il punto non è Schlein ma cosa succede prima, se la Carta dei valori sarà modificata, aggiornata o stravolta. La riunione iniziale del Comitato fa pensare a un cambiamento molto rilevante. Se Orlando dice che l'ordo liberismo è il mercato aperto è un problema, se pretende di cambiare la Carta prima che Schlein faccia la sua corsa".