> > **Pd: Ricci rinvia su candidatura e presenta 10 idee per 'partito tosto ...

**Pd: Ricci rinvia su candidatura e presenta 10 idee per 'partito tosto e combattivo'**

default featured image 3 1200x900

Roma, 26 nov. (Adnkronos) - La candidatura ufficiale ancora non c'è, ma potrebbe solo essere rinviata di qualche settimana. Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e coordinatore dei sindaci dem, non scioglie il nodo della candidatura al congresso e intanto oggi presenta una serie di proposte, &...

Roma, 26 nov.

(Adnkronos) – La candidatura ufficiale ancora non c'è, ma potrebbe solo essere rinviata di qualche settimana. Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e coordinatore dei sindaci dem, non scioglie il nodo della candidatura al congresso e intanto oggi presenta una serie di proposte, "10 idee", per il nuovo Pd che uscirà dal percorso costituente. "Per le candidature ufficiali c'è tempo, si può fare fino al 27 gennaio. Ma di certo noi siamo in campo, anche con una piattaforma di idee.

A metà dicembre faremo un'iniziativa a Roma e magari si inizierà a ragionare sulle candidature ufficiali", spiega Ricci in una conferenza stampa al circolo Pd San Giovanni a Roma.

Il sindaco di Pesaro riassume la sua piattaforma su tre linee guida: "Noi vogliamo rappresentare chi soffre, vogliamo rappresentare il lavoro e chi si batte per salvare il pianeta". Idee da offrire al confronto nel congresso. "Vogliamo un congresso che sia davvero costituente.

Vogliamo confrontarci con militanti, dirigenti e rappresentanti della sinistra", dice Ricci che in queste settimane ha fatto un tour per l'Italia per una serie di incontri con cittadini e militanti.

E sottolinea: "Noi mettiamo a disposizione alcune prime idee per un congresso che deve essere aperto, dobbiamo essere aperti e sorridenti, sembriamo a volte un gruppo di depressi… dobbiamo ricreare una speranza e un progetto che crei entusiasmo. Combattivi, tosti e sorridenti".

Anche per fronteggiare l'opa di M5S e Terzo Polo. "Dobbiamo pensare a noi e avere come obiettivo il 25% alle europee del 2024".

"Dobbiamo pensare a noi e al nostro profilo -argomenta Ricci-, se l’obiettivo è il 25% alle europee e tornare ad essere traino dello schieramento dem. Dopodiché, penso che chi si sottrae a un confronto fa un favore alla destra”. Oggi "ci sono tre opposizioni. Le prossime alleanze si vedranno da chi farà opposizione a questo governo.

Se l’opposizione fa un giorno l’opposizione e un giorno fa la stampella del governo non so fino a che punto faccia un lavoro efficace…", osserva alludendo al Terzo Polo.

"Io dico già adesso facciamo un patto, teniamo fuori Matteo Renzi dalle nostre discussioni. Ogni giorno è lì a sentenziare. Vuole solo inquinare. Ha un obiettivo che è quello di distruggere il Partito democratico". E a Giuseppe Conte, Ricci chiede "più rispetto" per la comunità dem: "Deve ricordarsi che se lui ha lasciato un buon giudizio agli elettori è perchè noi lo noi lo abbiamo sostenuto"

E quindi avanti con un progetto "chiaramente progressista. Dobbiamo avere la barra più a sinistra perchè la sconfitta elettorale ci deve riorganizzare con un pensiero e con una prospettiva più a sinistra", sottolinea il sindaco di Pesaro. Ma senza dividere perchè il passaggio è delicato. "Questo non deve essere un congresso che divarica la posizioni ma che, nel pluralismo interno, riesce a trovare un sintesi".